spendi qui la carta docente 18 app sfoglia il catalogo Spedizione gratuita in Italia per ordini superiori a € 29,90

Diario di un'amicizia

La famiglia Półtawski e Karol Woityła

Versione cartacea

A cura di: Lucia Bulletti e Barbara Kowalczyk Cegna (traduzione dal polacco)
Editore: SAN PAOLO EDIZIONI
Pagine: 640
Genere: Testimonianza
ISBN: 9788821568015
Tipologia: Libro
Formato: 15x22.2
Anno di edizione:
Note: rilegato con copertina rigida e sovraccoperta
Acquistabile con 18app e Carta del Docente
€ 22,80 € 24,00
-5%

Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 7.10
A cura di: Lucia Bulletti e Barbara Kowalczyk Cegna (traduzione dal polacco)
Editore: SAN PAOLO EDIZIONI
Pagine: 640
Genere: Testimonianza
ISBN: 9788821568015
Tipologia: Libro
Formato: 15x22.2
Anno di edizione: 2010
Note: rilegato con copertina rigida e sovraccoperta
La vita di Wanda Poltawska, rinchiusa in un campo di concentramento e sottoposta a esperimenti medici, l'incontro con Karol Wojtyla che diverrà sua guida spirituale e amico fraterno, fino al punto di chiamarsi reciprocamente fratello e sorella. I lunghi campeggi trascorsi insieme a meditare, la malattia e la miracolosa guarigione, le riflessioni spirituali e il lungo carteggio tra i due. Wanda Poltawska è una delle persone che sono state più vicine a Giovanni Paolo II, lo ha ascoltato e consigliato, è stata presente nel momento della sua morte. Un ritratto intimo del grande papa polacco presto beato.
Wanda Póltawska è nata il 2 novembre 1921 a Lublino. Durante l’occupazione tedesca fu arrestata dalla Gestapo e rinchiusa nel campo di concentramento di Ravensbrück, dove fu sottoposta a crudeli esperimenti da parte dei medici nazisti. Dopo la sconfitta dei tedeschi poté fare ritorno in Polonia, dove sposò Andrzej Póltawska, dal quale ebbe quattro figli. Medico di successo, fu amica di Karol Wojtyla dagli anni della giovinezza fino a tutto il tempo del pontificato. Di questo straordinario rapporto di cui testimoniano numerose lettere ha scritto nel volume Diario di un'amicizia (San Paolo 2010).