Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra Politica relativa ai cookie.
spendi qui la carta docente 18 app sfoglia il catalogo Spedizione gratuita per ordini superiori a € 29,90

I tre dialoghi e il racconto dell'Anticristo

Versione cartacea

A cura di: p. Michele di Monte
Editore: FEDE & CULTURA
Pagine: 234
Genere: Romanzo
Altri generi: Letteratura russa
ISBN: 9788864097275
Tipologia: Libro
Formato: 13x19
Anno di edizione:
Acquistabile con 18app e Carta del Docente
€ 17,00

Disponibile

Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 12.90
A cura di: p. Michele di Monte
Editore: FEDE & CULTURA
Pagine: 234
Genere: Romanzo
Altri generi: Letteratura russa
ISBN: 9788864097275
Tipologia: Libro
Formato: 13x19
Anno di edizione: 2019
Scritto nel 1899, I tre dialoghi e il racconto dell’Anticristo è l’ultima opera di Vladimir Solov’ëv, concepita come risposta allo sterile razionalismo della filosofia europea, alla desacralizzazione mascherata da nuova religione, al problema del male e alla falsificazione del bene. Scegliendo la forma di un dialogo polemico e ironico, l’Autore profetizza l’epilogo del nostro processo storico attraverso la parabola dell’Anticristo: un uomo di genio, convinto spiritualista, pacifista, ecologista, filantropo e animalista, dal linguaggio inclusivo, antropocentrico e libertario, capace di ridare unità ai cristiani divisi da secoli di separazioni e scismi. Il suo avvento nel mondo ammalia religiosi, intellettuali e governanti, e irrompe in una storia umana desacralizzata e priva di trascendenza: uno scenario quanto mai attuale nel deserto di senso e di valori che ci troviamo a vivere oggi.

Vladimir Sergeevič Solov’ëv (1853-1900), l’autore della più universale creazione speculativa dell’età moderna, il pensatore che può essere considerato, accanto a Tommaso d’Aquino, come «il più grande artefice di ordine e di organizzazione nella storia del pensiero» (H.U. von Balthasar), fu il più importante filosofo russo, sommo teologo e precursore del simbolismo. In lui sono già presenti, a livello di sistema, tutte le idee che saranno all’origine della rinascita spirituale russa dell’inizio del XX secolo e che possono fungere da modello per un corretto rapporto tra fede e ragione. Tra le sue opere ricordiamo: La crisi della filosofia occidentale (1874), I principi filosofici del sapere integrale (1877), Le lezioni sulla Divinoumanità (1877-1881), La critica dei principi astratti (1877- 1880) e La giustificazione del bene (1897).