Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra Politica relativa ai cookie.
spendi qui la carta docente 18 app sfoglia il catalogo Spedizione gratuita in Italia per ordini superiori a € 29,90

La sfida della fede

Storia e cronaca in una prospettiva cristiana

Versione cartacea

Editore: SUGARCO
Pagine: 528
Genere: Saggi
ISBN: 9788871985428
Tipologia: Libro
Formato: 14,5x21
Anno di edizione:
Acquistabile con 18app e Carta del Docente
€ 19,80

Disponibile

Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 10.10
Editore: SUGARCO
Pagine: 528
Genere: Saggi
ISBN: 9788871985428
Tipologia: Libro
Formato: 14,5x21
Anno di edizione: 2008
Ovunque, su queste pagine, soffia il vento (scomodo ma liberante) del "politicamente scorretto". In effetti, Vittorio Messori, riflettendo sulla storia e sulla cronaca alla ricerca della verità, al di là di miti e falsificazioni, ripropone una prospettiva cattolica fedele all'ortodossia. Una prospettiva distante da quella della cultura egemone, con le sue ipocrisie, illusioni, superficialità. Ma lontana pure da quella di un cattolicesimo più "modernista" che moderno. Di queste pagine scrive, tra l'altro, Léo Moulin, sociologo dell'Università di Bruxelles e autore della prefazione: "Messori è un giornalista e uno scrittore coscienzioso, colto, documentato, che parla solo di ciò che conosce: uno degli spiriti più liberi che abbia incontrato e che si appoggia sempre su una documentazione impressionante. Da qui nasce la serie di questi 215 frammenti, piccoli capolavori cesellati ed affilati. Ma essi non costituirebbero il prezioso collier che è questa Sfida se, all'interno di ognuno, non fosse rintracciabile il filo di una fede profonda, lucida, coraggiosa, che ne assicura l'unità".

Prefazione di Léo Moulin
Scrittore e giornalista cattolico, VITTORIO MESSORI nasce a Sassuolo nel 1941. Per oltre trent'anni vive a Torino, dove la famiglia si trasferisce dopo la guerra. L'educazione familiare e la formazione culturale che riceve sono profondamente laiche, ma la lettura dei Vangeli lo porterà nel 1964 a convertirsi al cristianesimo.
È autore di libri di grande successo, tra questi Ipotesi su Gesù (1976), che ha venduto in Italia oltre un milione di copie. È nella singolare situazione di avere scritto un'opera con entrambi gli ultimi Papi: Varcare la soglia della speranza, colloquio con Giovanni Paolo II, tradotto in 35 lingue, e Rapporto sulla fede con il card. Joseph Ratzinger, futuro Benedetto XVI.
Ha collaborato e collabora con quotidiani e riviste. Molti dei suoi contributi sono poi stati raccolti in volumi che mettono a disposizione del lettore uno sguardo sulla storia e conoscenze che sfatano i miti della cultura laicista. Come nel suo ultimo libro Il mistero di Torino.
Molti dei suoi contributi per il mensile religioso «Jesus» vengono raccolti in libri: Inchiesta sul cristianesimo (1987), Patì sotto Ponzio Pilato? (1992) e Dicono che è risorto (2000) e Ipotesi su Maria (2005).
Nel 1990 lascia Milano e si trasferisce a Desenzano del Garda, dove tuttora conduce con la moglie una vita ritirata, dedicandosi allo studio e alla scrittura.
Ha collaborato e collabora con diversi giornali e riviste, fra cui «Avvenire», «Corriere della Sera», «La Stampa», «Il timone». Un suo giovane lettore ha voluto costruirgli un sito internet (www.vittoriomessori.it) dove si può trovare traccia di quanto ha scritto in libri e articoli.