Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra Politica relativa ai cookie.
spendi qui la carta docente 18 app sfoglia il catalogo Spedizione gratuita in Italia per ordini superiori a € 29,90

Attesa di Dio

Versione cartacea

A cura di: Maria Concetta Sala
Editore: ADELPHI
Genere: Saggi
ISBN: 9788845923111
Tipologia: Libro
Formato: 14x22
Anno di edizione:
Note: brossurato con alette
Acquistabile con 18app e Carta del Docente
€ 25,00

Disponibile in circa 3/4 gg

Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 4.90
A cura di: Maria Concetta Sala
Editore: ADELPHI
Genere: Saggi
ISBN: 9788845923111
Tipologia: Libro
Formato: 14x22
Anno di edizione: 2008
Note: brossurato con alette
"Simone Weil ha convertito molti non cattolici, ha deconvertito molti cattolici": è sufficiente questa affermazione di un noto teologo per testimoniare quale rivoluzionario valore abbia assunto, nel Novecento, un pensiero che si dipana in una piccola costellazione di "libri duri e puri come diamanti, dal lento ritmo incantatorio, dal francese sublime" (secondo le parole di Costina Campo). Una costellazione al centro della quale si colloca Attesa di Dio, raccolta di scritti - composti fra l'autunno del 1941 e la primavera del 1942 - apparsa postuma nel 1949 per le cure di Joseph-Marie Perrin, l'affabile padre domenicano che fu amico, confidente e destinatario delle sei lettere che, dettate da un ineludibile "bisogno di verità", costituiscono parte essenziale dell'opera.

Con un saggio di Giancarlo Gaeta
SIMONE WEIL (Parigi 1909 - Londra 1943). I suoi scritti, ad eccezione di un certo numero di articoli di argomento politico e sindacale, saranno perlopiù pubblicati postumi, da Albert Camus, dal padre Perrin e dal filosofo tradizionalista Gustave Thibon. L'interesse per il suo pensiero è documentato dai numerosi studi critici che vengono continuamente pubblicati.