Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra Politica relativa ai cookie.
spendi qui la carta docente 18 app sfoglia il catalogo Spedizione gratuita per ordini superiori a 29.90 €

Musica, parole e storie

Ovvero: come si diventa un vero finto musicista

Versione cartacea

Editore: SOCIETA EDITRICE FIORENTI
Genere: Musica
ISBN: 9788860321657
Tipologia: Libro
Formato: 12,5x14
Anno di edizione:
Acquistabile con 18app e Carta del Docente
€ 12,00

Disponibile in circa 5/7 gg

Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 17.90
Editore: SOCIETA EDITRICE FIORENTI
Genere: Musica
ISBN: 9788860321657
Tipologia: Libro
Formato: 12,5x14
Anno di edizione: 2011
Come diceva Rachmaninov – che di queste cose se ne intendeva – «la musica è abbastanza per tutta una vita, ma tutta una vita non è abbastanza per la musica». Musica, parole e storie è l’avventura di una vita in musica raccontata con lo spirito di un ragazzino e il cuore di uno ormai più vicino ai sessanta che ai cinquanta.
L’autore, innamoratosi delle sette note sin da bambino, ci racconta di sé, delle sue scoperte e delle sue “creazioni”, portandoci per mano attraverso mezzo secolo di avvenimenti grandi e piccoli. Così facendo ci costringe a fare quel che fa lui: riguardare a volte con ilarità, altre con struggimento e persino con dolore, ma sempre con grande tenerezza, ogni passo della nostra esistenza fino a scoprire che “tutto c’entra con tutto”.
A suon di musica. Dalla prima chitarraccia da cinquemila lire all’America della Bay Ridge Band e del recente Sketches of You, attraverso mille avventure con la musica come onnipresente colonna sonora.
Con la sua solita verve e immediatezza, Maniscalco viaggia a ruota libera come fosse seduto a chiacchierare con noi, con una sigaretta e una vodka… Un altro libro da leggersi d’un fiato, cercando di conservare un briciolo di quel fiato… per mettersi a cantare.
RIRO MANISCALCO, "musicista finto", comincia a strimpellare la chitarra a dieci anni. Per lunghi anni la passione per la musica si focalizza tutta su quel che viene dal mondo anglofono (Beatles, Dylan...), fino alla scoperta della musica nera ed in particolare del blues. Comincia a scrivere canzoni ancor prima di diventare teenager (e non ha ancora smesso), e impara a suonare ("male") un po' tutto, senza mai ricevere una vera educazione musicale, a parte una breve parentesi di un paio d'anni al Conservatorio Rossini di Pesaro ("Oboe, ma poi son partito per l'Università"). Arrivato negli Stati Uniti per lavoro all'età di quasi quarant'anni, fa amicizia con Jonathan ed altri, entra a far parte di un coro polifonico e segue Chris Vath, Jonathan, Cas, Molly e Valentina nella bellissima avventura musicale della Bay Ridge Band, contribuendo anche con brani originali composti assieme all'amico Rich Veras (The Things that I See, My Father Sings to Me, Who Stood Up for Stephen, Flattire Freeway, Nazareth Morning). Sposato da 27 anni con Doni, padre di Stella, Fedi e Giachi, vive e lavora come consulente a New York dal '94.
www.bluesandmercy.com