Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra Politica relativa ai cookie.
spendi qui la carta docente 18 app sfoglia il catalogo Spedizione gratuita in Italia per ordini superiori a € 29,90

Religione, scienza e la prova della ragione

Versione cartacea

A cura di: Gaetano Quagliariello
Editore: CANTAGALLI
Pagine: 196
Genere: Scienza
ISBN: 9788882724115
Tipologia: Libro
Formato: 14x21
Anno di edizione:
Acquistabile con 18app e Carta del Docente
€ 15,50

Disponibile

Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 14.40
A cura di: Gaetano Quagliariello
Editore: CANTAGALLI
Pagine: 196
Genere: Scienza
ISBN: 9788882724115
Tipologia: Libro
Formato: 14x21
Anno di edizione: 2008
Nell’aprile del 2005, alla vigilia della sua ascesa al soglio pontificio, l’allora cardinale Joseph Ratzinger rivolse da Subiaco un invito affinché “anche chi non riesce a trovare la via dell’accettazione di Dio” cercasse comunque di “vivere e indirizzare la sua vita veluti si Deus daretur: come se Dio ci fosse”. Il primo incontro di Norcia, che si svolse nell’ottobre di quello stesso anno, dedicato al tema “Libertà e laicità”, volle essere una risposta immediata a quell’appello. Ebbe un effetto dirompente. Ancor più di ciò che in quell’incontro si disse, il volerci essere, allora, assunse il significato di una testimonianza. Sono passati solo due anni ma la distanza appare ben più ampia se si presta mente a quanto fosse inconsueto che il mondo dei cattolici e quello dei cosiddetti laici s’incontrassero per discutere insieme… Il secondo appuntamento di Norcia, nel 2006, ha avuto il senso di approfondire una linea di scavo. L’individuazione del rapporto tra religione e spazio pubblico può infatti ritenersi un corollario indispensabile a un nuovo concetto di laicità che rifiuti di considerare il fatto religioso come esclusivo della sfera propria della coscienza individuale… Siamo così giunti alla terza edizione. La rilevanza del tema prescelto è attestata, innanzitutto, dalle cronache dei giornali che ogni giorno ci confermano come la sfida sui confini dell’umano sia la più importante dei nostri giorni. E nessuno - proprio nessuno - potrà mai pretendere che il rapporto tra scienza e religione possa restare estraneo a tale sfida.