Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra Politica relativa ai cookie.
spendi qui la carta docente 18 app sfoglia il catalogo Spedizione gratuita per ordini superiori a 29.90 €

Il diario di Myriam

2011-2017 Diario da Aleppo. Nel cuore della guerra

Versione cartacea

Editore: ADRIANO SALANI
Pagine: 264
Genere: Attualità
Altri generi: Testimonianze
ISBN: 9788893814607
Tipologia: Libro
Formato: 13,5x20,5
Anno di edizione:
Note: brossurato con alette
Tag: Medio Oriente
Acquistabile con 18app e Carta del Docente
€ 13,90

Disponibile in circa 5/7 gg

Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 16.00
Editore: ADRIANO SALANI
Pagine: 264
Genere: Attualità
Altri generi: Testimonianze
ISBN: 9788893814607
Tipologia: Libro
Formato: 13,5x20,5
Anno di edizione: 2018
Note: brossurato con alette
Tag: Medio Oriente
Myriam vive ad Aleppo, in Siria, e il suo è un diario di guerra. Il diario di una bambina, scritto tra il giugno 2011 e il marzo 2017. A dispetto di quello che potremmo immaginare, la sua vita non cambia all'improvviso, ma in modo graduale: i genitori sono sempre più preoccupati, giocare per strada diventa sempre più pericoloso, sempre più spesso mancano l'acqua o l'elettricità, poi mancano entrambe. Con il passare dei mesi gli spari e i boati si fanno via via più vicini. Pino a quando un missile sfiora la loro casa e la famiglia è costretta a scappare e nascondersi: gli "uomini in nero" stanno arrivando. Testimonianza unica di un'infanzia spezzata, questo libro è la descrizione in prima persona di cosa significa crescere in una zona di conflitto, condizione che colpisce 1 bambino su 6 al mondo. Grazie alla voce di Myriam e al suo sguardo innocente, il difficile tema della guerra ci tocca da vicino, in modo che tutti possano essere testimoni coinvolti e consapevoli di ciò che succede "altrove", un altrove popolato da persone come noi, adulti e bambini. Un libro per imparare a rifiutare la violenza e restare umani.