Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra Politica relativa ai cookie.
Ok

Noi come cittadini noi come popolo

Versione
cartacea
€ 9,00
Disponibile
Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 20.90
Tipologia
ISBN
9788816305328
Genere
Altri generi
Editore
Pagine
96
Formato
15x23
Anno
In un’opera breve, appassionata e fortemente sintetica, il nuovo Papa ha
espresso, da Cardinale, la sua forte preoccupazione per la giustizia.
In occasione del bicentenario della nazione Argentina, il Cardinal Bergoglio,
attuale Papa Francesco, ha tenuto un importante discorso che riassume il suo
pensiero sociale. Non c’è democrazia senza giustizia, non c’è cittadinanza
senza solidarietà con tutto il popolo, e non c’è popolo se un paese non lotta
efficacemente contro la miseria.
La concezione sociale di Papa Francesco attinge all’esperienza e alla
sofferenza a cui ha partecipato come pastore di un popolo, quella Argentino.
Tale esperienza lo rende particolarmente attento alle contraddizioni che oggi
ci sovrastano a livello internazionale.
L’Argentina viene da esperienze devastanti, Bergoglio ci ricorda che oggi
ancor più di ieri, di fronte a una crisi economica profonda, tutti i popoli sono
chiamati alla giustizia ed alla solidarietà con i più diseredati del mondo.
La prefazione dell’edizione italiana è di Antonio Toso, Segretario generale
della Commissione di Giustizia e Pax, il maggior organo della Chiesa che si
occupa della dottrina sociale.
In un’opera breve, appassionata e fortemente sintetica, il nuovo Papa ha
espresso, da Cardinale, la sua forte preoccupazione per la giustizia.
In occasione del bicentenario della nazione Argentina, il Cardinal Bergoglio,
attuale Papa Francesco, ha tenuto un importante discorso che riassume il suo
pensiero sociale. Non c’è democrazia senza giustizia, non c’è cittadinanza
senza solidarietà con tutto il popolo, e non c’è popolo se un paese non lotta
efficacemente contro la miseria.
La concezione sociale di Papa Francesco attinge all’esperienza e alla
sofferenza a cui ha partecipato come pastore di un popolo, quella Argentino.
Tale esperienza lo rende particolarmente attento alle contraddizioni che oggi
ci sovrastano a livello internazionale.
L’Argentina viene da esperienze devastanti, Bergoglio ci ricorda che oggi
ancor più di ieri, di fronte a una crisi economica profonda, tutti i popoli sono
chiamati alla giustizia ed alla solidarietà con i più diseredati del mondo.
La prefazione dell’edizione italiana è di Antonio Toso, Segretario generale
della Commissione di Giustizia e Pax, il maggior organo della Chiesa che si
occupa della dottrina sociale.
continua a leggere
© Itaca srl - P.IVA 02014470393 - 2007-2015 - Tutti i diritti riservati - Informazioni societarie -
Grafica e Comunicazione:
Andrea Cimatti

Piattaforma eCommerce e Sviluppo sito:
Endurance
Credits