spendi qui la carta docente 18 app sfoglia il catalogo Spedizione gratuita in Italia per ordini superiori a € 29,90

Parole di Benedetto

La visione della Chiesa e del mondo negli interventi di Joseph Ratzinger (aprile 2005)

Versione cartacea

Editore: ANCORA
Genere: Chiesa
ISBN: 9788851403034
Tipologia: Libro
Formato: 12x19
Anno di edizione:
Acquistabile con 18app e Carta del Docente
€ 1,00 € 2,00
-50%

Disponibile

Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 28.90
Editore: ANCORA
Genere: Chiesa
ISBN: 9788851403034
Tipologia: Libro
Formato: 12x19
Anno di edizione: 2005
Questo piccolo fascicolo comprende tutte le omelie tenute da Joseph Ratzinger nel mese di aprile sino a quella della sua Messa d’insediamento.

• Conferenza su “L’Europa nella crisi delle culture”, per la consegna del Premio San Benedetto – 1° aprile 2005
• Omelia della Messa esequiale per Giovanni Paolo II – 8 aprile 2005
• Omelia della Messa “pro eligendo Romano Pontifice” – 18 aprile 2005
• Omelia della Messa dopo la conclusione del Conclave – 20 aprile 2005
• Omelia della Messa di inaugurazione del Pontificato – 24 aprile 2005

Joseph Ratzinger nasce il 16 aprile 1927 a Marktl am Inn, un paesino della Baviera, in diocesi di Passau (Germania). Dopo gli studi teologici e l’ordinazione sacerdotale, avvenuta il 29 giugno 1951, insegna teologia nelle università di Monaco di Baviera, Bonn, Münster, Tubinga e Ratisbona. È consigliere del cardinale Frings durante il concilio Vaticano II. Nel 1977 è arcivescovo di Monaco di Baviera e riceve la dignità cardinalizia da papa Paolo VI. Nel 1981 è nominato da papa Giovanni Paolo II prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede. È Presidente della Commissione per la Preparazione del Catechismo della Chiesa Cattolica, che dopo sei anni di lavoro (1986-1992) presenterà al Santo Padre il nuovo Catechismo. Dal 1998 è vice decano del Collegio dei cardinali, di cui viene eletto decano nel 2002.
Il 19 aprile 2005 sale al soglio pontificio col nome di Benedetto XVI.
L’11 febbraio 2013 annuncia la sua rinuncia al ministero petrino a partire dalle ore 20 del 28 febbraio seguente, lasciando così spazio alla convocazione di un conclave che si è concluso la sera del 13 marzo con l’elezione al soglio pontificio di papa Francesco.