Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra Politica relativa ai cookie.
spendi qui la carta docente 18 app sfoglia il catalogo Spedizione gratuita in Italia per ordini superiori a € 29,90

L'età della rabbia

Una storia del presente

Versione cartacea

A cura di: Luca Fusari, Sara Prencipe (traduttori)
Editore: MONDADORI
Pagine: 360
ISBN: 9788804685944
Tipologia: Libro
Formato: 16,5x24,3
Anno di edizione:
Note: Cartonato, con sovracoperta
Acquistabile con 18app e Carta del Docente
€ 25,00

Disponibile in circa 3/4 gg

Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 4.90
A cura di: Luca Fusari, Sara Prencipe (traduttori)
Editore: MONDADORI
Pagine: 360
ISBN: 9788804685944
Tipologia: Libro
Formato: 16,5x24,3
Anno di edizione: 2018
Note: Cartonato, con sovracoperta
Come possiamo spiegare le origini della grande ondata di odio paranoico che sembra travolgere il mondo? In L'età della rabbia, Pankaj Mishra risponde al nostro sbigottimento spingendo lo sguardo indietro al XVIII secolo, prima di riportarci al presente. L'autore dimostra che quando nel mondo irruppe la modernità, quelli che non riuscivano a rispettare le sue promesse - libertà, stabilità e prosperità - furono vittime della demagogia. I tanti arrivati in ritardo in questo nuovo mondo hanno reagito in modi orribilmente simili: odio intenso verso nemici inventati, tentativi di ricreare un'epoca d'oro immaginaria e affermazione di se attraverso violenze spettacolari. Fu tra i ranghi dei disagiati che si reclutavano i militanti del diciannovesimo secolo: giovani arrabbiati che diventavano nazionalisti in Germania, rivoluzionari messianici in Russia, operai bellicosi in Italia e terroristi anarchici a livello internazionale. Oggi, proprio come allora, la tecnologia, il mito del perseguimento della ricchezza e l'individualismo hanno spinto molti milioni di persone in un mondo letteralmente demoralizzato, sradicato dalla tradizione ma ancora lontano dalla modernità - con gli stessi terribili risultati.
Stesso autore