Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra Politica relativa ai cookie.
spendi qui la carta docente 18 app sfoglia il catalogo Spedizione gratuita in Italia per ordini superiori a € 29,90

Comunione e Liberazione. Il riconoscimento (1976-1984)

Appendice (1985-2005)

Versione cartacea

Editore: SAN PAOLO EDIZIONI
Pagine: 336
Genere: Movimenti
Altri generi: Testimonianza
ISBN: 9788821555879
Tipologia: Libro
Formato: 13,5x21
Collana:
Anno di edizione:
Note: inserto fotografico in b/n; rilegato con sovraccoperta
Acquistabile con 18app e Carta del Docente
€ 18,50

Disponibile in circa 3/4 gg

Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 11.40
Editore: SAN PAOLO EDIZIONI
Pagine: 336
Genere: Movimenti
Altri generi: Testimonianza
ISBN: 9788821555879
Tipologia: Libro
Formato: 13,5x21
Collana: Attualità e storia
Anno di edizione: 2006
Note: inserto fotografico in b/n; rilegato con sovraccoperta
Don Massimo Camisasca propone il terzo e per ora ultimo volume della storia di Comunione e Liberazione, portando così a termine l'affascinante racconto dell'iniziale sviluppo di quest'opera e delle prime lotte del suo fondatore, don Giussani.

Questo terzo volume racconta anni di grandi imprese: nascono il settimanale «Il Sabato», il Meeting di Rimini, il Movimento Popolare; soprattutto mostra un movimento che cresce nella consapevolezza della sua missione. In questo periodo, dal 1976 ad oggi, la storia di Comunione e Liberazione raggiunge la piena maturità ecclesiale con il riconoscimento concesso dal papa Giovanni Paolo II. Particolarmente profetico è il racconto del giorno dei funerali del Fondatore di CL, don Giussani, morto il 22 febbraio 2005, quando si diffuse la notizia di un nuovo aggravarsi delle condizioni del Papa. Fu un drammatico e singolare intrecciarsi di fatti: i due «amici» sembravano voler partire assieme e passare a Ratzinger, che il Papa aveva mandato come suo delegato a presiedere il rito funebre, il testimone per la corsa che continuava.
Ancora una volta la narrazione avvince il lettore, grazie alla ricca documentazione e alla piacevole sobrietà del racconto.

«Si corona così un'opera in tre volumi che mi ha visto impegnato per lunghi periodi nel corso degli ultimi anni. A chi dedicarla se non a don Giussani? Mi rimane soltanto da dire che ho aderito ben volentieri al desiderio dei responsabili di Comunione e Liberazione che il libro si concludesse con un'appendice scritta da Roberto Fontolan, per raccontare le vicende degli ultimi venti anni».
(dalla Prefazione dell'Autore)

Introduzione di Paul Josef Cordes
MASSIMO CAMISASCA è nato a Milano nel 1946. È stato ordinato prete nel 1975. L’incontro che ha segnato la sua vita è avvenuto a 14 anni al liceo Berchet, quando ha conosciuto don Luigi Giussani. Responsabile prima di Gioventù Studentesca e poi di Comunione e Liberazione, è stato anche presidente diocesano dei giovani di Azione Cattolica a Milano. Insegnante di filosofia nei licei, all’Università Cattolica di Milano, alla Pontificia Università Lateranense a Roma, dal 1993 al 1996 è stato vicepreside del Pontificio Istituto Giovanni Paolo II per gli studi sul matrimonio e la famiglia. Ha fondato nel 1985 la Fraternità sacerdotale dei missionari di san Carlo Borromeo, di cui è superiore generale. Dal 29 settembre 2012 è vescovo di Reggio Emilia-Guastalla.