Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra Politica relativa ai cookie.
spendi qui la carta docente 18 app sfoglia il catalogo Spedizione gratuita per ordini superiori a 29.90 €

Il principe e il povero

Versione cartacea

Editore: MONDADORI
Pagine: 288
Genere: Letteratura inglese
Altri generi: Romanzo
ISBN: 9788804486084
Tipologia: Libro
Formato: 11x18
Anno di edizione:
Acquistabile con 18app e Carta del Docente
€ 9,00

Disponibile in circa 5/7 gg

Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 20.90
Editore: MONDADORI
Pagine: 288
Genere: Letteratura inglese
Altri generi: Romanzo
ISBN: 9788804486084
Tipologia: Libro
Formato: 11x18
Anno di edizione: 2009
Fasto e sperpero, miseria e abbandono sono gli aspetti tragicamente contrastanti della vita inglese nella prima metà del sedicesimo secolo. Al sanguinario Enrico VIII succede Edoardo Tudor, ancora fanciullo, e da questo avvenimento storico Mark Twain prende lo spunto per rinnovare uno dei motivi ricorrenti nel patrimonio narrativo di ogni paese: la storia del sovrano e del suddito che si scambiano i ruoli. Tom Canty ed Edoardo, nati nello stesso giorno il primo in un miserabile tugurio, il secondo a palazzo, vivono gli 'anni di apprendistato' l'uno nei panni dell'altro, il principe alle prese con stenti a cui è impreparato, il povero prigioniero di un lusso e di un potere che non ha mai conosciuto. Una fiaba a lieto fine che Twain costituisce con il consueto humour, non disgiunto da un accento critico nei confronti della vecchia Europa aristocratica e antidemocratica.

Con uno scritto di Jorge Luis Borges
MARK TWAIN è lo pseudonimo di Samuel Langhorne Clemens (1835-1910). Cambiò nome quando incominciò a fare il giornalista, scegliendo di chiamarsi come il grido "due braccia!" lanciato dagli scandagliatori che a bordo dei battelli del Mississippi misuravano la profondità dell'acqua. Fece il soldato tra i sudisti, disertò, fece il cercatore d'oro, ma non trovò nessuna miniera, e alla fine diventò un giornalista e uno scrittore umoristico di grande successo.