Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra Politica relativa ai cookie.
spendi qui la carta docente 18 app sfoglia il catalogo Spedizione gratuita per ordini superiori a 29.90 €

Davanti al Novecento

Persona e condizione storica in Nikolaj Berdjaev e Hannah Arendt

Versione cartacea

Editore: ITACA
Pagine: 80
Genere: Filosofia
ISBN: 9788852601682
Tipologia: Libro
Formato: 15x20,5
Collana:
Anno di edizione:
Acquistabile con 18app e Carta del Docente
€ 8,50 € 10,00
-15%

Disponibile

Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 19.90
Editore: ITACA
Pagine: 80
Genere: Filosofia
ISBN: 9788852601682
Tipologia: Libro
Formato: 15x20,5
Collana: Saggi
Anno di edizione: 2008
Nikolaj Berdjaev (1874-1948) ed Hannah Arendt (1906-1975), entrambi vittime dei regimi totalitari al potere nei loro Paesi, rispettivamente l'Urss e la Germania nazista, sono, con le loro opere, testimoni del Novecento, perché riflettono sulle sue contraddizioni e sulle loro origini.
Il confronto con gli eventi e le ideologie del secolo passato porta entrambi a delineare le coordinate essenziali di una condizione umana distante dalle opposte parzialità dell'individualismo liberal-borghese e del collettivismo totalitario.

MARIANO VEZZALI (Trieste, 1953), laureato in filosofia all'Università statale di Milano, insegna al liceo classico "Romagnosi" di Parma. Ha pubblicato articoli sulla filosofia moderna e contemporanea e sulla letteratura europea dell'Otto-Novecento sulle riviste «Vita e Pensiero», «La nuova Europa» e «Lineatempo».