Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra Politica relativa ai cookie.
spendi qui la carta docente 18 app sfoglia il catalogo Spedizione gratuita per ordini superiori a 29.90 €

Nasiriyah fonte di vita

2003-2013

Versione cartacea

Editore: ANCORA
Pagine: 128
Genere: Storia contemporanea
Altri generi: Testimoni
ISBN: 9788851412203
Tipologia: Libro
Formato: 14x21
Anno di edizione:
Note: libro+cd; contiene inserto fotografico a colori
Acquistabile con 18app e Carta del Docente
€ 16,00

Disponibile in circa 5/7 gg

Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 13.90
Editore: ANCORA
Pagine: 128
Genere: Storia contemporanea
Altri generi: Testimoni
ISBN: 9788851412203
Tipologia: Libro
Formato: 14x21
Anno di edizione: 2013
Note: libro+cd; contiene inserto fotografico a colori
Dieci anni sono già passati da quella che la storia ricorderà come la «strage di Nasiriyah», l’eccidio di militari italiani più grave dal secondo conflitto mondiale. Nell’attentato kamikaze del 12 novembre 2003 persero la vita diciannove dei nostri ragazzi, tra i quali 12 carabinieri e 5 soldati dell’esercito, impegnati in missione di pace per la ricostruzione dell’Iraq dilaniato dalla guerra. Che cosa è avvenuto in questi dieci anni? Il sangue versato a Nasiriyah non si è perso in un fiume sterile di dolore, ma ha irrorato terreni nuovi di speranza e vinto la morte con messaggi concreti di vita: grazie a Margherita Caruso Coletta, moglie del brigadiere Giuseppe ucciso nella strage, tanti aiuti hanno raggiunto le regioni più povere dell’Italia e del mondo. In Burkina Faso sono stati costruiti un Centro per bambini orfani, un refettorio, un dispensario medico e cinque pozzi per l’acqua potabile, il tutto grazie in gran parte ai proventi di Il seme di Nasiriyah, il libro che Lucia Bellaspiga e Margherita hanno scritto nel 2008 mettendo in moto un circolo virtuoso tra milioni di italiani. «Ama il tuo nemico, prega per il persecutore», aveva detto Margherita la sera della strage, scuotendo tante coscienze. Molte da allora hanno ritrovato la fede e la forza del perdono.

Prefazione di Julián Carrón
Introduzione di Pino Scaccia
Postfazione di Andrea Bocelli

Il cd contiene parole e musica per ricordare senza retorica l'attentato del 12 novembre 2003