Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra Politica relativa ai cookie.
spendi qui la carta docente 18 app sfoglia il catalogo Spedizione gratuita in Italia per ordini superiori a € 29,90

Dire bravo non serve

Un nuovo approccio alla scuola e ai compiti

Versione cartacea

Editore: MONDADORI
Pagine: 210
Genere: Famiglia
Altri generi: Scuola
ISBN: 9788804677314
Tipologia: Libro
Formato: 14x21,5
Anno di edizione:
Note: Brossurato con alette
Tag: Famiglia
Acquistabile con 18app e Carta del Docente
€ 18,00

Disponibile in circa 3/4 gg

Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 11.90
Editore: MONDADORI
Pagine: 210
Genere: Famiglia
Altri generi: Scuola
ISBN: 9788804677314
Tipologia: Libro
Formato: 14x21,5
Anno di edizione: 2017
Note: Brossurato con alette
Tag: Famiglia
Dall'ideatore del movimento Senza Zaino, un nuovo approccio alla scuola. Con esempi sul campo e consigli da mettere in pratica nella vita di tutti i giorni. Per insegnanti e genitori

I bambini sin da piccoli vanno abituati a prendere in mano la propria vita. Occorre responsabilizzarli in mille maniere, anche mettendoli di fronte alle difficoltà. Gli ostacoli non vanno eliminati e i fallimenti non sono qualcosa di negativo. È così che si matura e si diventa grandi. Per questo "dire bravo non serve".

L'approccio della scuola senza zaino è una rivoluzione pedagogica e didattica che mette al centro il bambino, la sua indipendenza e autonomia, e lo aiuta a sviluppare la sua creatività e la sua responsabilità nello studio come nella vita. Ideato quindici anni fa da Marco Orsi, questo metodo si ispira anche agli ideali di Maria Montessori ed è in linea con le ricerche più recenti sulle pratiche didattiche efficaci. Si è fatto strada nella scuola pubblica coinvolgendo, istituto dopo istituto, 328 scuole in tutta Italia. Propone per esempio il rispetto come alternativa al sistema dei premi e delle punizioni, che induce i bambini ad "accontentare" le aspettative dell'adulto anziché seguire le proprie autentiche disposizioni interiori. Oppure i compiti di realtà, attività in grado di avvicinare gli studenti fin da piccoli a situazioni da grandi e comunque utili alla vita sociale. Questo libro si rivolge non solo agli insegnanti ma anche ai genitori, per suggerire un nuovo approccio alla gestione della vita scolastica dei propri figli, dai voti ai compiti a casa. E aiutarli, grazie a esempi concreti e consigli e attività pratiche, ad accompagnare i bambini in un percorso che li renda davvero grandi. "Educare alla responsabilità è aiutare le nuove generazioni a prendere via via in mano il proprio destino, la propria vita, sapendola orientare verso un orizzonte particolare, unico, che diventa risposta originale alle caratteristiche che ciascuno possiede. E prendere in mano la propria vita significa dispiegare al meglio talenti e potenzialità, avere l'ambizione di dare corpo ai sogni percorrendo strade inedite, senza lasciarci abbacinare da itinerari consueti, magari facili e rassicuranti, anche perché poco impegnativi, ma incapaci di rispondere a quel bisogno di originalità che ognuno di noi si porta dentro".