Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra Politica relativa ai cookie.
Ok

Certi di alcune grandi cose

(1979-1981)

Versione
cartacea
€ 12,00
Disponibile
Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 17.90
Tipologia
ISBN
9788817016940
Genere
Altri generi
Editore
Collana
Formato
13x20
Anno
Il modo per fare crescere la fede è “rischiarla, confrontarla con ciò che accade”… con le circostanze tutte, piccole o grandi; perché la vita è questa trama di circostanze che, assediandoti, ti toccano e ti provocano… perché Cristo è la risposta… è la forma, è il significato del vivere.

Continua la serie di testi, inaugurata con il volume Dall’utopia alla presenza.
Nel confronto senza tregua con giovani universitari, si delineano in un instancabile approfondimento il contenuto e il metodo di una proposta affascinante. Punto di partenza “obbligato” di ogni rinnovata scoperta è l’esperienza in tutte le sue dimensioni. In un arco temporale che va dal 1979 al 1981, anno del Referendum sull’aborto, si vedono riemergere gli interrogativi ultimi sul senso dell’esistenza umana, sulla natura del cristianesimo, sulla figura di Cristo e la sua verificabilità. La fede è “la certezza di alcune grandi cose”, che impegnano fino in fondo la vigilanza critica e la libertà di uomini saldamente ancorati alla loro esigenza di razionalità e di pienezza.

Prefazione di Julián Carrón
Il modo per fare crescere la fede è “rischiarla, confrontarla con ciò che accade”… con le circostanze tutte, piccole o grandi; perché la vita è questa trama di circostanze che, assediandoti, ti toccano e ti provocano… perché Cristo è la risposta… è la forma, è il significato del vivere.

Continua la serie di testi, inaugurata con il volume Dall’utopia alla presenza.
Nel confronto senza tregua con giovani universitari, si delineano in un instancabile approfondimento il contenuto e il metodo di una proposta affascinante. Punto di partenza “obbligato” di ogni rinnovata scoperta è l’esperienza in tutte le sue dimensioni. In un arco temporale che va dal 1979 al 1981, anno del Referendum sull’aborto, si vedono riemergere gli interrogativi ultimi sul senso dell’esistenza umana, sulla natura del cristianesimo, sulla figura di Cristo e la sua verificabilità. La fede è “la certezza di alcune grandi cose”, che impegnano fino in fondo la vigilanza critica e la libertà di uomini saldamente ancorati alla loro esigenza di razionalità e di pienezza.

Prefazione di Julián Carrón
continua a leggere
© Itaca srl - P.IVA 02014470393 - 2007-2015 - Tutti i diritti riservati - Informazioni societarie -
Grafica e Comunicazione:
Andrea Cimatti

Piattaforma eCommerce e Sviluppo sito:
Endurance
Credits