Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra Politica relativa ai cookie.
spendi qui la carta docente 18 app sfoglia il catalogo Spedizione gratuita per ordini superiori a € 29,90

All'origine della cura

Pauper Christi. Assistenza e sanità tra Medioevo ed età moderna

Versione cartacea

Editore: ITACA
Pagine: 128
Genere: Saggistica
Altri generi: Testimoni persone imprese
ISBN: 9788852606625
Tipologia: Libro
Formato: 19x24
Anno di edizione:
Tag: Medicina & Persona, Visti su "Tracce"
Acquistabile con 18app e Carta del Docente
€ 19,00 € 20,00
-5%

Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 10.90
Editore: ITACA
Pagine: 128
Genere: Saggistica
Altri generi: Testimoni persone imprese
ISBN: 9788852606625
Tipologia: Libro
Formato: 19x24
Anno di edizione: 2020
Tag: Medicina & Persona, Visti su "Tracce"

In occasione dei Venti anni della Fondazione Banco Farmaceutico, questo libro ricostruisce le ragioni che hanno portato i cristiani a prendersi cura di poveri, ammalati, bambini abbandonati, costruendo una rete di strutture assistenziali senza precedenti animati da puro spirito di carità.

ll libro infatti racconta come sorsero i primi ospedali su iniziativa di religiosi, monaci e laici che vivevano di fede e che, sull’esempio e la speranza portata da Cristo, cominciarono a stare vicino ai sofferenti, lavandoli e curandoli.

Un’analisi storica e artistica molto interessante che ci insegna come la cura dell’uomo non possa prescindere dall’affettività e dalla devozione di cui gli ammalati hanno bisogno ancora oggi.

Nato a Voghera nel 1949, nel 1975 si è laureato a pieni voti in medicina e chirurgia a Milano. Assunto all’Istituto Villa Marelli (Ospedale di Niguarda) in qualità di tisio-pneumologo, dopo la seconda specializzazione in radiologia ha contributo a rinnovare la struttura di diagnosi e terapia, nella quale ha lavorato a tempo pieno per oltre 35 anni.

Dal 2002 è volontario presso Fondazione Banco Farmaceutico.