Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra Politica relativa ai cookie.
Ok

Anna Karénina

Versione
cartacea
€ 14,00
Disponibile
Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 15.90
Tipologia
ISBN
9788804672203
Genere
Altri generi
Editore
Curatore
Annelisa Alleva (traduzione)
Pagine
1176
Formato
12,8x19,6
Anno

«Tutte le famiglie felici si assomigliano; ogni famiglia infelice, invece, è infelice a modo suo.» Con questo indimenticabile incipit prende avvio la narrazione di Anna Karénina, pubblicato nel 1875-77 ma meditato da Tolstòj fin dal 1870. Il romanzo racconta la tragica passione che una elegante e tormentata dama dell'aristocrazia russa, sposata senza amore a un alto funzionario dell'apparato statale, prova per il fascinoso ma superficiale conte Vrónskij. Attorno a questo nucleo si muovono altre figure e altre vicende, tra cui l'amore soddisfatto di Lévin e di Kitty, felice soluzione al problema morale che inquietava allora Tolstòj. Sullo sfondo di una grandiosa pittura d'ambiente – i salotti aristocratici di Mosca e Pietroburgo, la quieta campagna russa – e di un attento studio psicologico dei caratteri, Tolstòj costruisce quella che a molti lettori, Dostoevskij per primo, è parsa come «l'opera d'arte assolutamente perfetta»

Con introduzione, cronologia e bibliografia di Igor Sibaldi e  con uno scritto di Vladimir Nabokov.

«Tutte le famiglie felici si assomigliano; ogni famiglia infelice, invece, è infelice a modo suo.» Con questo indimenticabile incipit prende avvio la narrazione di Anna Karénina, pubblicato nel 1875-77 ma meditato da Tolstòj fin dal 1870. Il romanzo racconta la tragica passione che una elegante e tormentata dama dell'aristocrazia russa, sposata senza amore a un alto funzionario dell'apparato statale, prova per il fascinoso ma superficiale conte Vrónskij. Attorno a questo nucleo si muovono altre figure e altre vicende, tra cui l'amore soddisfatto di Lévin e di Kitty, felice soluzione al problema morale che inquietava allora Tolstòj. Sullo sfondo di una grandiosa pittura d'ambiente – i salotti aristocratici di Mosca e Pietroburgo, la quieta campagna russa – e di un attento studio psicologico dei caratteri, Tolstòj costruisce quella che a molti lettori, Dostoevskij per primo, è parsa come «l'opera d'arte assolutamente perfetta»

Con introduzione, cronologia e bibliografia di Igor Sibaldi e  con uno scritto di Vladimir Nabokov.

continua a leggere
© Itaca srl - P.IVA 02014470393 - 2007-2015 - Tutti i diritti riservati - Informazioni societarie -
Grafica e Comunicazione:
Andrea Cimatti

Piattaforma eCommerce e Sviluppo sito:
Endurance
Credits