Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra Politica relativa ai cookie.
spendi qui la carta docente 18 app sfoglia il catalogo Spedizione gratuita per ordini superiori a 29.90 €

Autunno del Medioevo

Versione cartacea

A cura di: Bernardo Jasinsk
Editore: RIZZOLI
Genere: Storia
ISBN: 9788817112215
Tipologia: Libro
Formato: 13x20
Anno di edizione:
Note: VII edizione BUR Saggi
Acquistabile con 18app e Carta del Docente
€ 13,00

Disponibile in circa 5/7 gg

Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 16.90
A cura di: Bernardo Jasinsk
Editore: RIZZOLI
Genere: Storia
ISBN: 9788817112215
Tipologia: Libro
Formato: 13x20
Anno di edizione: 2006
Note: VII edizione BUR Saggi
«Nel passato cerchiamo sempre le origini del nuovo e vogliamo sapere in che modo sorsero i pensieri e le espressioni di una vita che si affermò pienamente in tempi successivi. Ogni epoca desta in noi maggior interesse, quando troviamo una promessa del futuro. Basta pensare infatti al fervore che ha accompagnato ogni indagine sulla civiltà del Medioevo nella speranza di scoprirvi i germi della cultura moderna. [...] In questo libro noi abbiamo cercato di vedere nei secoli XIV e XV non già gli albori del Rinascimento, ma il tramonto del Medioevo, quella che è stata, nel suo ultimo periodo di vita, la civiltà medievale, fatta ormai simile a un albero completamente sviluppato e carico di frutti troppo maturi».
J. Huizinga

Introduzione di Eugenio Garin

«Huizinga raffigura i sogni di una aristocrazia stanca sfiduciata che evade nel giuoco di corte, nei tornei e nella "cortesia" innanzi al dramma della realtà».
Eugenio Garin
JOHAN HUIZINGA (Groninga 1872 - De Steeg, Arnhem 1945), storico olandese, indirizzò le sue ricerche alla storia del Medioevo occidentale, insegnando dal 1905 all'Università di Groninga e dal 1915 al 1942 a Leida. Tra le sue opere ricordiamo Erasmo (1924), La crisi della civiltà (1935), Homo Ludens (1938). Già a partire dal 1933 avversò il nazismo e nel 1940, sotto l'occupazione nazista dell'Olanda, fu fatto prigioniero e tenuto in ostaggio per due anni.