Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra Politica relativa ai cookie.
spendi qui la carta docente 18 app sfoglia il catalogo Spedizione gratuita in Italia per ordini superiori a € 29,90

Mirabile medioevo

Versione cartacea

Editore: JACA BOOK
Pagine: 384
Genere: Storia medievale
ISBN: 9788816408708
Tipologia: Libro
Formato: 15x23
Anno di edizione:
Note: rilegato con copertina rigida e sovraccoperta
Acquistabile con 18app e Carta del Docente
€ 40,00

Disponibile in circa 3/4 gg

Spedizione gratuita aggiungendo questo libro
Editore: JACA BOOK
Pagine: 384
Genere: Storia medievale
ISBN: 9788816408708
Tipologia: Libro
Formato: 15x23
Anno di edizione: 2009
Note: rilegato con copertina rigida e sovraccoperta
Qualsiasi via si percorra per studiare il medioevo, termine per altro infelice, ci si accorge dell’incomparabile ricchezza culturale che segna i suoi secoli e di quanto sia stato e continui a essere insulso il pregiudizio che lo annovera tra le epoche oscure. In realtà, esso è segnato da una ricchezza multiforme sorprendente, anche se con diversa intensità e sviluppo. Ecco la ragione del titolo Mirabile Medioevo dato a questa nuova raccolta di studi medievali di Inos Biffi, che forma il sesto volume della sua Opera Omnia.
Si tratta di saggi diversi, tra i quali risalta come primo "Al cuore della cultura medievale. Profilo di storia della teologia", nato dalle lezioni per vari anni tenute presso la Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale. Seguono vari altri contributi, con differente materia, ma tutti espressione della figura della teologia nel medioevo: i carismi, la croce, la figura di Maria, la forma estetica e l’iconografia nel medioevo.
Fondamentale in queste pagine è il particolare risalto dato alla forma o modalità estetica della teologia medievale, nella condivisa persuasione di Étienne Gilson che: «Le cattedrali di pietra sono francesi, ma le cattedrali di idee sono italiane». Proseguendo il pensiero di Gilson, si formò la persuasione che in quelle cattedrali erano le stesse idee ad assumere la forma delle pietre, o che quelle pietre avevano il senso e la chiarezza delle idee, che traducevano un disegno: esattamente il disegno che il progettista, l’architetto, come lo scultore e il pittore e l’autore di vetrate, leggevano nella storia della salvezza e quindi nella teologia, non discompagnata dalla filosofia.
Accanto agli studi, il volume contiene la sezione dei profili, una galleria di figure che hanno popolato e impreziosito il medioevo: dall’abile e geniale Sugero di Saint- Denis; al potente e ambizioso, prima, e convertito poi fino all’effusione del sangue, Thomas Becket, assassinato nella cattedrale; alla saggia madre Dhuoda, con il suo illuminato manuale o «specchio» per l’educazione regale del figlio; al martire Arialdo, con la sua passione per la purezza e la dignità dei ministri della Chiesa; a Maria di Francia con i suoi lais.
INOS BIFFI è docente ordinario emerito di storia della teologia medievale e di teologia sistematica presso la Facoltà Teologica dell'Italia Settentrionale (Milano) e docente incaricato presso la Facoltà di Teologia di Lugano. Presiede l'Istituto per la Storia della Teologia Medievale di Milano. Presso la Facoltà di Teologia di Lugano è direttore dell'Istituto di Storia della Teologia, da lui fondato. Nell'ambito del medioevo è autore di numerosi volumi sui teologi dei secoli XI, XII e XIII. È dottore aggregato della Biblioteca Ambrosiana. Larga parte della sua attività è anche dedicata al campo della liturgia, particolarmente di quella ambrosiana, della quale ha curato la riforma. Collabora alle principali riviste teologiche, tra cui «La Scuola Cattolica», «Teologia», «Communio» e «Rivista Teologica di Lugano».