spendi qui la carta docente 18 app sfoglia il catalogo Spedizione gratuita in Italia per ordini superiori a € 29,90

Brand

Poema drammatico in cinque atti

Versione cartacea

A cura di: Arnaldo Cervesato (traduzione)
Editore: RIZZOLI
Pagine: 240
Genere: Letteratura nordica
Altri generi: Teatro
ISBN: 9788817042871
Tipologia: Libro
Formato: 12x19
Collana:
Anno di edizione:
Note: 1 edizione Bur Biblioteca dello spirito cristiano
Acquistabile con 18app e Carta del Docente
€ 9,50 € 10,00
-5%

Disponibile

Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 20.40
A cura di: Arnaldo Cervesato (traduzione)
Editore: RIZZOLI
Pagine: 240
Genere: Letteratura nordica
Altri generi: Teatro
ISBN: 9788817042871
Tipologia: Libro
Formato: 12x19
Collana: Biblioteca dello spirito cristiano
Anno di edizione: 2010
Note: 1 edizione Bur Biblioteca dello spirito cristiano
Rispondimi, o Dio, nell'ora in cui la morte m'inghiotte: non è dunque sufficiente tutta la volontà di un uomo per conseguire una sola parte di salvezza?

Brand è un prete convinto che la forza di volontà sia sufficiente a raddrizzare le troppe storture del mondo; un uomo estremista negli atteggiamenti, che tratta tutti con durezza e vuole "guarire la razza dai suoi vizi e dalle sue imperfezioni". La sua figura rigida, nel tentativo di vivere secondo una virtù perfetta, ben si adatta a questa nostra epoca di moralisti e nuovi predicatori, rivelando una potente carica provocatoria; e la tragedia di chi ha fatto dell'autonomia una religione e una passione civile rappresenta perfettamente la crisi dell'uomo contemporaneo.
Un dramma intenso, in cui alla vena di spiritualità si unisce una forte critica sociale; un testo profonddo e innovativo, in cui la poesia linguistica tipica dei grandi capolavori di Ibsen spicca perfettamente intatta e forse, oggi, persino più potente.

Introduzione di Luca Doninelli
HENRIK JOHAN IBSEN (1828-1906), poeta e drammaturgo norvegese, ha aperto la strada al teatro moderno. La sua ricca produzione ebbe inizio quando, nel 1951, divenne direttore del teatro nazionale di Bergen: dal romanticismo delle prime opere sviluppa un’impostazione sempre più psicologica e storica (La commedia dell’amore 1862, I pretendenti al trono 1863) e incomincia a delinearsi il suo tipico personaggio carico di contraddizioni interiori. Al dramma Brand (1966), concepito durante una precedente visita alla basilica di San Pietro, seguono Peer Gynt (1867), opera su temi popolari norvegesi, e i grandi capolavori della maturità: il teatro sociale de I pilastri della società (1877) e Casa di bambola (1979), e ancora Gli spettri (1881), L’anitra selvatica (1884), La donna del mare (1888), fino a Quando noi morti ci destiamo (1899), dove il naturalismo lascia il posto a un profondo spessore simbolico.