Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra Politica relativa ai cookie.
spendi qui la carta docente 18 app sfoglia il catalogo Spedizione gratuita per ordini superiori a 29.90 €

Auschwitz non vi avrà

Una famiglia di ebrei italiani in fuga dalla persecuzione nazifascista

Versione cartacea

Editore: SAN PAOLO EDIZIONI
Pagine: 190
Genere: Totalitarismi
Altri generi: Storia contemporanea, Testimoni
ISBN: 9788892216631
Tipologia: Libro
Formato: 15x22,5
Collana:
Anno di edizione:
Note: contiene inserito fotografico in b/n; rilegato con copertina rigida e sovraccoperta
Tag: Shoah
Acquistabile con 18app e Carta del Docente
€ 18,00

Disponibile in circa 5/7 gg

Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 11.90
Editore: SAN PAOLO EDIZIONI
Pagine: 190
Genere: Totalitarismi
Altri generi: Storia contemporanea, Testimoni
ISBN: 9788892216631
Tipologia: Libro
Formato: 15x22,5
Collana: Le vele
Anno di edizione: 2018
Note: contiene inserito fotografico in b/n; rilegato con copertina rigida e sovraccoperta
Tag: Shoah

Settembre 1943. Dopo l'annuncio dell'armistizio, si scatena la furia nazifascista con la caccia all'ebreo. Sulla sponda piemontese del lago Maggiore, i nazisti della 1ª Divisione Panzer SS "Leibstandarte SS Adolf Hitler" catturano, depredano e uccidono uomini, donne e bambini. Alla fine le vittime ebree finite nel lago saranno almeno 57. Guido Hassan e la sua famiglia sfuggono miracolosamente al rastrellamento. Sfuma la possibilità di fuga nella vicina Svizzera e per salvarsi Guido, la sorella Fiorella e i genitori si nascondono come topi per mesi in una cantina di Crema grazie al buon cuore di un orefice del luogo, Ernesto May. In seguito, in una gelida notte d'inverno, riusciranno a oltrepassare il confine con la Svizzera. La storia di questa famiglia ebraica, che inizia nella Libia occupata dal regime fascista, è densa di colpi di scena, a partire da un matrimonio che l'allora governatore di Tripoli Italo Balbo cercò di contrastare con tutti i mezzi...

Prefazione di Liliana Segre