Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra Politica relativa ai cookie.
spendi qui la carta docente 18 app sfoglia il catalogo Spedizione gratuita per ordini superiori a € 29,90

Sto registrando tutto per l'eternità

Lettere

Versione cartacea

A cura di: Fabio Fabbri, Gabriella Pisano, Paolo Pecciarini
Editore: ITACA
Pagine: 72
Genere: Malattia
Altri generi: Storie di vita
ISBN: 9788852601781
Tipologia: Libro
Formato: 14x21
Collana:
Anno di edizione:
Note: inserto fotografico a colori fuori testo
Acquistabile con 18app e Carta del Docente
€ 9,50 € 10,00
-5%

Disponibile

Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 20.40
A cura di: Fabio Fabbri, Gabriella Pisano, Paolo Pecciarini
Editore: ITACA
Pagine: 72
Genere: Malattia
Altri generi: Storie di vita
ISBN: 9788852601781
Tipologia: Libro
Formato: 14x21
Collana: Testimoni
Anno di edizione: 2008
Note: inserto fotografico a colori fuori testo
«Il cristianesimo è il dono di un’amicizia che perdura nella vita e nella morte».
Queste parole di Benedetto XVI sono le più vere per descrivere la vita e quanto è accaduto dopo la morte di Graziano Grazzini, avvenuta a Firenze il 6 settembre 2006 per un infarto che lo ha stroncato ad appena cinquant’anni, mentre si trovava nel suo ufficio di capogruppo di Forza Italia in Consiglio provinciale.
Graziano aveva incontrato il movimento di Comunione e Liberazione all’inizio degli anni ’80 e aveva aderito con grande semplicità a quella compagnia di amici che aveva reso presente Cristo alla sua vita. E la gratitudine per quell’amicizia gli aveva cambiato il modo di sentire se stesso e i suoi interessi, di vivere le amicizie, di concepire il rapporto con la donna, di rendersi utile al mondo. «Lieto e grato, di questa misteriosa avventura» aveva scritto ai suoi amici per il suo cinquantesimo compleanno.
Le lettere scelte vogliono “registrare” espressioni, tappe, sentimenti che hanno scandito la sua vita, abbracciata e allietata dall’incontro cristiano.
GRAZIANO GRAZZINI nasce il 10 ottobre 1955 a Legri (FI) da Luigi e Maria. Dopo pochi anni si trasferisce, insieme anche ai fratelli Luciano e Giovanna, nella città di Firenze.
Dopo aver frequentato il liceo classico “Michelangelo” ed essersi diplomato all’Isef, inizia a lavorare presso la Società Autostrade.
Gioca a calcio per molti anni in alcune squadre locali, collaborando in seguito con varie associazioni e movimenti sportivi sia come allenatore che come educatore e infine come dirigente.
Impegnato fin da giovanissimo nella propria realtà parrocchiale e nel movimento giovanile della Democrazia cristiana, nel 1984 incontra Comunione e Liberazione, che seguirà sempre con profondo entusiasmo. Qui conosce Giovanna e dal loro matrimonio, avvenuto nel 1987, nasceranno Anna, Giulio, Francesco e Gabriele.
Partecipa all’esperienza di Famiglie per l’accoglienza e da amico e sostenitore della Compagnia delle Opere vede nascere e aiuta con passione la crescita, a livello locale, di associazioni come Avsi e il Banco alimentare.
Intensa la sua attività politico-amministrativa: eletto nel 1990 nel Consiglio del Quartiere 2 di Firenze, nelle liste della Democrazia cristiana, presiede la Commissione Servizi sociali; nel 1995 diventa consigliere comunale in Palazzo Vecchio, dove viene rieletto, nella successiva legislatura, nelle liste di Forza Italia; dal gennaio 2000 fino all’aprile del 2004 è vicepresidente del Consiglio comunale.
Nel giugno 2004 è eletto nel Consiglio provinciale di Firenze, nel quale diventa capogruppo di Forza Italia.
Proprio nel suo ufficio in Provincia muore per un infarto il 6 settembre 2006.