Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra Politica relativa ai cookie.
spendi qui la carta docente 18 app sfoglia il catalogo Spedizione gratuita per ordini superiori a € 29,90

Qua la mano don Camillo

la teologia secondo Peppone

Versione cartacea

A cura di: Alessandro Gnocchi, Mario Palmaro
Editore: ANCORA
Pagine: 226
Genere: Saggi
ISBN: 9788851403744
Tipologia: Libro
Formato: 14x20,5
Anno di edizione:
Note: VI° edizione (I° edizione 2000)
Acquistabile con 18app e Carta del Docente
€ 11,00

Disponibile in circa 5/7 gg

Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 18.90
A cura di: Alessandro Gnocchi, Mario Palmaro
Editore: ANCORA
Pagine: 226
Genere: Saggi
ISBN: 9788851403744
Tipologia: Libro
Formato: 14x20,5
Anno di edizione: 2006
Note: VI° edizione (I° edizione 2000)
14 racconti di Giovannino Guareschi, questa volta, con i ruoli scambiati: protagonista è il sindaco Peppone e antagonista il tenace don Camillo. Le avventure dei due inseparabili nemici sono illuminate da vari brani del Vangelo e commentate da autorevoli scrittori. Ne emerge una interpretazione originalissima del sindaco Peppone, di grande carica umana e allo stesso tempo divertente.

14 racconti di Giovannino Guareschi commentati da Michele Brambilla, Giovanni Lotto, Giovanni Lugaresi, Alessandro Maggiolini, Giorgio Torelli, Alessandro Gnocchi, Mario Palmaro
GIOVANNINO GUARESCHI nacque a Fontanelle di Roccabianca (Parma) il 1 maggio 1908 e morì a Cervia nel 1968. Fu disegnatore, umorista, giornalista e scrittore. Nel 1943 fu internato dai tedeschi in un campo di concentramento per aver voluto tenere fede al giuramento di fedeltà al Re. Dopo la guerra fondò con Giovanni Mosca il celebre settimanale umoristico «Candido», che diressero insieme per un lustro. Dal 1950 al 1957 Guareschi ne fu direttore unico; successivamente, proseguì a collaborarvi sino al 1961, anno in cui, per sua decisione, il giornale smise di esser pubblicato. Collaboratore de «Il Borghese» e de «La Notte»; tenne inoltre, fino al 1966, una rubrica su «Oggi». Il suo nome è legato alla notissima serie di opere incentrate sui personaggi di don Camillo e Peppone. Tutte le sue opere sono pubblicate da Rizzoli