Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra Politica relativa ai cookie.
spendi qui la carta docente 18 app sfoglia il catalogo Spedizione gratuita in Italia per ordini superiori a € 29,90

Don Camillo a fumetti. Vol 9

Versione cartacea

Editore: RENOIR COMICS
Genere: Letture per la scuola secondaria
Fasce di età: 11-12 anni
ISBN: 9788865671153
Tipologia: Libro
Formato: 17x24
Anno di edizione:
Note:
Acquistabile con 18app e Carta del Docente
€ 12,90

Disponibile

Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 17.00
Editore: RENOIR COMICS
Genere: Letture per la scuola secondaria
Fasce di età: 11-12 anni
ISBN: 9788865671153
Tipologia: Libro
Formato: 17x24
Anno di edizione: 2015
Note:
Le elezioni politiche del 1948 sono ormai avvenute: per don Camillo, il pericolo di un governo sbilanciato a sinistra è scongiurato. Nel Mondo piccolo in cui vive, però, il vento gira al contrario: Giuseppe “Peppone” Bottazzi, fedelissimo del PCI, è l’inossidabile sindaco del Borgo, e con lui e i suoi sottoposti il parroco deve avere a che fare ogni giorno. Lo Smilzo e la Moretta, per esempio, si ostinano a non volersi sposare, suscitando scalpore tra i paesani. Il parroco più celebre della bassa saprà fare fronte a questa situazione, come agli attriti creati dai crumiri che decidono di mungere le vacche nonostante lo sciopero in corso. Un Paese in ricostruzione è lo scenario in cui si muovono i celebri personaggi creati da Giovannino Guareschi, tornati a nuova vita in questa versione a fumetti che sta facendo il giro del mondo: una produzione tutta italiana che vanta già diverse edizioni estere. Completano il volume una prefazione di padre Stefano Gorla e un ricco e gustoso dossier sui sapori della Bassa.
GIOVANNINO GUARESCHI nacque a Fontanelle di Roccabianca (Parma) il 1 maggio 1908 e morì a Cervia nel 1968. Fu disegnatore, umorista, giornalista e scrittore. Nel 1943 fu internato dai tedeschi in un campo di concentramento per aver voluto tenere fede al giuramento di fedeltà al Re. Dopo la guerra fondò con Giovanni Mosca il celebre settimanale umoristico «Candido», che diressero insieme per un lustro. Dal 1950 al 1957 Guareschi ne fu direttore unico; successivamente, proseguì a collaborarvi sino al 1961, anno in cui, per sua decisione, il giornale smise di esser pubblicato. Collaboratore de «Il Borghese» e de «La Notte»; tenne inoltre, fino al 1966, una rubrica su «Oggi». Il suo nome è legato alla notissima serie di opere incentrate sui personaggi di don Camillo e Peppone. Tutte le sue opere sono pubblicate da Rizzoli