Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra Politica relativa ai cookie.
spendi qui la carta docente 18 app sfoglia il catalogo Spedizione gratuita per ordini superiori a 29.90 €

Valori dimenticati dell'Occidente

Versione cartacea

Editore: BOMPIANI
Pagine: 455
Genere: Filosofia
ISBN: 9788845232909
Tipologia: Libro
Formato: 12,5 x 19
Collana:
Anno di edizione:
Acquistabile con 18app e Carta del Docente
€ 10,00

Disponibile in circa 5/7 gg

Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 19.90
Editore: BOMPIANI
Pagine: 455
Genere: Filosofia
ISBN: 9788845232909
Tipologia: Libro
Formato: 12,5 x 19
Collana: Tascabili Bompiani
Anno di edizione: 2004
Valori "dimenticati", non perduti, poiché, come ricorda l'autore nella sua conclusione al libro, «i valori sono eterni», e non fuggono, non si perdono; è soltanto l'uomo che spesso non ne ascolta la voce e vuole ignorarli. Sono i valori essenziali nella società umana, dall'amore all'esistenza dell'anima al sacro alla verità al senso dell'eterno: la consapevolezza che non tutto finisce con questa vita, poiché il tempo si apre sull'eternità. Di questi punti-chiave, che l'Occidente dovrà saper riportare al centro della propria cultura, Giovanni Reale parla nella sua nuova raccolta di saggi, attraverso un'analisi del pensiero di alcuni tra i più grandi filosofi dell'Occidente dagli inizi della filosofia ai nostri giorni, riscoprendo e ripresentando all'uomo del Duemila quei valori che non è più possibile dimenticare, o fingere di ignorare, se si vuole evitare la sconfitta dell'Essere sopraffatto dall'apparire e dal possedere, se si vuole riprendere in mano il timone della nave della civiltà, evitandone il naufragio.

Questo volume nasce da una raccolta degli articoli scritti dall'autore nel corso di un decennio per le pagine domenicali del «Sole 24 Ore».
GIOVANNI REALE (1931) è uno dei massimi studiosi del pensiero antico, noto soprattutto per i suoi studi su Platone e Aristotele. La sua Storia della filosofia greca e romana (nuova edizione in 10 voll., Bompiani 2004), in cui ripercorre il disegno storico del pensiero occidentale da Talete sino alla fine della filosofia antico-pagana, è ormai un punto di riferimento irrinunciabile per chiunque voglia comprendere le radici filosofiche dell'Europa.