Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra Politica relativa ai cookie.
Ok

Oggi grazie - DVD

Un giorno con Benedetta Bianchi Porro

€ 10,00 ( -15%)
€ 8,50
Disponibile
Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 19.90
Tipologia
DVD
ISBN
8031635130093
Genere
Altri generi
Editore
Anno
Però nel mio calvario non sono disperata. Io so che in fondo alla via Gesù mi aspetta.
Benedetta

Oggi grazie è un cortometraggio voluto dalla Diocesi di Forlì-Bertinoro in occasione del cinquantesimo anniversario della morte della Venerabile Benedetta Bianchi Porro.
Ci fa incontrare Benedetta attraverso una giovane donna che, casualmente costretta a fermarsi a Dovadola, si imbatte in momenti della sua vita, ne legge alcune lettere, finendo per trovare quello che, senza saperlo, stava cercando.

Benedetta Bianchi Porro era nata a Dovadola, in provincia di Forlì, nel 1936. Sensibile, intelligente, è studentessa di medicina a Milano quando scopre di essere affetta da una rara e grave malattia degenerativa.
Nel progressivo disfacimento fisico, desidera che il suo dolore possa “fiorire”, e intanto matura in lei un’esperienza spirituale sempre più intensa, luminosa, che ella annota nei suoi diari e condivide nelle sue numerose lettere.
Muore a Sirmione, a soli ventisette anni, il 23 gennaio 1964. In quello stesso giorno d’inverno nel suo giardino fiorisce una rosa bianca.
Giovanni Paolo II l’ha dichiarata “Venerabile” nel 1993, ed è in corso il processo canonico di beatificazione. I suoi scritti sono stati tradotti in molte lingue.

Produzione: Vertigo cinema
Sceneggiatura e regia: Franco Palmieri
Attrice: Ancilla Oggioni
Durata: 33 minuti
Però nel mio calvario non sono disperata. Io so che in fondo alla via Gesù mi aspetta.
Benedetta

Oggi grazie è un cortometraggio voluto dalla Diocesi di Forlì-Bertinoro in occasione del cinquantesimo anniversario della morte della Venerabile Benedetta Bianchi Porro.
Ci fa incontrare Benedetta attraverso una giovane donna che, casualmente costretta a fermarsi a Dovadola, si imbatte in momenti della sua vita, ne legge alcune lettere, finendo per trovare quello che, senza saperlo, stava cercando.

Benedetta Bianchi Porro era nata a Dovadola, in provincia di Forlì, nel 1936. Sensibile, intelligente, è studentessa di medicina a Milano quando scopre di essere affetta da una rara e grave malattia degenerativa.
Nel progressivo disfacimento fisico, desidera che il suo dolore possa “fiorire”, e intanto matura in lei un’esperienza spirituale sempre più intensa, luminosa, che ella annota nei suoi diari e condivide nelle sue numerose lettere.
Muore a Sirmione, a soli ventisette anni, il 23 gennaio 1964. In quello stesso giorno d’inverno nel suo giardino fiorisce una rosa bianca.
Giovanni Paolo II l’ha dichiarata “Venerabile” nel 1993, ed è in corso il processo canonico di beatificazione. I suoi scritti sono stati tradotti in molte lingue.

Produzione: Vertigo cinema
Sceneggiatura e regia: Franco Palmieri
Attrice: Ancilla Oggioni
Durata: 33 minuti
continua a leggere
© Itaca srl - P.IVA 02014470393 - 2007-2015 - Tutti i diritti riservati - Informazioni societarie -
Grafica e Comunicazione:
Andrea Cimatti

Piattaforma eCommerce e Sviluppo sito:
Endurance
Credits