Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra Politica relativa ai cookie.
Ok

Dante, poeta del desiderio - Volume III

Conversazioni sulla Divina Commedia. Volume III Paradiso

Versione
cartacea
€ 14,00 ( -15%)
€ 11,90
Disponibile
Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 15.90
Tipologia
ISBN
9788852603303
Genere
Altri generi
Editore
Collana
Pagine
208
Formato
14x21
Anno
Note
inserto a colori.
terza ristampa (prima edizione 2013)
Col Paradiso arriviamo alla fine del viaggio di Dante e al termine della rilettura che ne offre Franco Nembrini.
Ancora una volta una presentazione semplice, diretta, che mostra come «il Paradiso è la cantica della vita vera, della vita possibile. Della vita che nelle pieghe e nelle piaghe della giornata – nei rapporti col male che la dimenticanza, il tradimento, insomma il peccato, ci fanno pur vivere – rintraccia continuamente una bellezza, una speranza, una presenza».
Un cammino verso la verità della vita in cui Dante non abbandona, neppure per un istante, né ragione né passioni: più si avvicina alla visione di Dio, più il desiderio – umano, esistenziale, carnale – di capire e di essere felice e di essere utile a sé e al mondo si fa acuto.
E mai si esaurisce: Nembrini si congeda, infatti, con l’invito a ricominciare da capo, a rileggere la Divina Commedia dall’inizio tenendo presente la fine, così che il cammino sia illuminato di una luce nuova.

Con un intervento di Marco Bersanelli

Franco Nembrini su Rai1: “Io, Dante, i ragazzi e Benigni”

Col Paradiso arriviamo alla fine del viaggio di Dante e al termine della rilettura che ne offre Franco Nembrini.
Ancora una volta una presentazione semplice, diretta, che mostra come «il Paradiso è la cantica della vita vera, della vita possibile. Della vita che nelle pieghe e nelle piaghe della giornata – nei rapporti col male che la dimenticanza, il tradimento, insomma il peccato, ci fanno pur vivere – rintraccia continuamente una bellezza, una speranza, una presenza».
Un cammino verso la verità della vita in cui Dante non abbandona, neppure per un istante, né ragione né passioni: più si avvicina alla visione di Dio, più il desiderio – umano, esistenziale, carnale – di capire e di essere felice e di essere utile a sé e al mondo si fa acuto.
E mai si esaurisce: Nembrini si congeda, infatti, con l’invito a ricominciare da capo, a rileggere la Divina Commedia dall’inizio tenendo presente la fine, così che il cammino sia illuminato di una luce nuova.

Con un intervento di Marco Bersanelli

Franco Nembrini su Rai1: “Io, Dante, i ragazzi e Benigni”

continua a leggere
© Itaca srl - P.IVA 02014470393 - 2007-2015 - Tutti i diritti riservati - Informazioni societarie -
Grafica e Comunicazione:
Andrea Cimatti

Piattaforma eCommerce e Sviluppo sito:
Endurance
Credits