Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra Politica relativa ai cookie.
spendi qui la carta docente 18 app sfoglia il catalogo Spedizione gratuita in Italia per ordini superiori a € 29,90

Aguzzare gli occhi al vero

In cammino con Dante

Versione cartacea

Editore: ITACA
Pagine: 128
Genere: Saggi
ISBN: 9788852607103
Tipologia: Libro
Formato: 14x21
Collana:
Anno di edizione:
Tag: Dante, poeta del desiderio
Acquistabile con 18app e Carta del Docente
€ 11,40 € 12,00
-5%

Disponibile

Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 18.50
Editore: ITACA
Pagine: 128
Genere: Saggi
ISBN: 9788852607103
Tipologia: Libro
Formato: 14x21
Collana: De-Sidera
Anno di edizione: 2021
Tag: Dante, poeta del desiderio

Leggere Dante significa immedesimarsi nel suo cammino, dalla selva oscura fino all’esperienza di quell’amore infinito che «move il sole e l’altre stelle» (Par. XXXIII 145) e il cui desiderio ci attrae attraverso tutte le cose belle della vita, così misteriosamente intrecciate alla fatica e al dolore in cui il nostro limite, il nostro peccato paiono inabissarci, a volte senza speranza.
Il viaggio del grande fiorentino è l’immagine del viaggio di ogni uomo, sospinto dalla sua stessa natura ad accettare la sfida che lo chiama a ricercare il suo vero volto, misurandosi con le provocazioni della storia del suo tempo e con quelle leggi che governano il suo «fatale andare» (Inf. V 22).
Anche nel nostro viaggio di lettori, attraverso le asperità dolci e amare di una poesia che pare lontana, può attuarsi quella rilettura, quella riscoperta di noi stessi, del mondo, del senso della vita che ha mosso Dante a porre mano al poema sacro.

«Questo non è un libro su Dante, ma semmai la cronaca di un viaggio, il resoconto di un pellegrino che ha voluto rimettersi in cammino e (re)incontrare Dante.»
Dalla presentazione di Giuseppe Pezzini

Enzo Arnone ha insegnato per oltre trent’anni letteratura italiana e latina nei licei classici e scientifici di Arezzo, Napoli e Torino.
È stato preside e rettore dell’Istituto Sant’Anna di Torino fino al 2015.
È padre di quattro figli e nonno di sette nipoti.