spendi qui la carta docente Carte giovani sfoglia il catalogo Spedizione gratuita in Italia per ordini superiori a 29,90 €

Per dar principio

Trecentocinquant’anni di presenza delle Carmelitane Scalze a Piacenza

Versione cartacea

Editore: ITACA
Pagine: 136
Genere: Storia
Altri generi: Ordini religiosi
ISBN: 9788852607790
Tipologia: Libro
Formato: 14x21
Collana:
Anno di edizione:
Note: brossurato con alette; inserto fotografico a colori
Acquistabile con Carte Giovani e Carta del Docente
€ 14,25 € 15,00
-5%

Disponibile

Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 15.65
Editore: ITACA
Pagine: 136
Genere: Storia
Altri generi: Ordini religiosi
ISBN: 9788852607790
Tipologia: Libro
Formato: 14x21
Collana: Telemaco
Anno di edizione: 2024
Note: brossurato con alette; inserto fotografico a colori

Le Carmelitane Scalze hanno raggiunto nel 2023 trecentocinquant’anni di presenza a Piacenza.

La fondazione del loro monastero in città nel 1673 aveva alle spalle una significativa catena di eventi: la rivoluzionaria proposta di Teresa di Gesù – santa Teresa d’Avila – che nel 1562 aveva dato inizio, in Spagna, a un nuovo modo di vivere l’antica regola dell’Ordine carmelitano, l’espansione anche in Italia dei carmeli teresiani, la nascita a Piacenza di una casa di carmelitani scalzi e poi, qualche anno dopo, l’arrivo delle tre fondatrici responsabili dell’inizio del monastero femminile.

A partire dal 1673 a Piacenza una catena di scalze hanno testimoniato e trasmesso la novità proposta della santa spagnola, fino ad arrivare ai nostri giorni nei quali il carisma teresiano si confronta e dialoga con la società contemporanea.

«In un mondo in cui dominano l’isolamento, la fretta, il rumore, la produzione e il profitto, il Carmelo testimonia il valore dell’interiorità, del silenzio, della contemplazione, della fraternità, in una forma di vita semplice e sobria» (Monsignor Adriano Cevolotto).

Introduzione di Adriano Cevolotto

«Adì 23 marzo 1673, nel giovedì sera, noi Suor Anna dell’Ascensione, Suor Maria Vittoria di Santa Teresa e Suor Maria Francesca del SS. Sacramento, entrassimo per Fondatrici in questo nuovo Monistero per dar principio alla Fondazione di questo nuovo Monastero delle Carmelitane Scalze di Piacenza».

Elisabetta Marchetti è professoressa associata di Storia del Cristianesimo e delle Chiese del Dipartimento Beni Culturali, Università di Bologna.
Tra i suoi campi di indagine vi è la storia degli ordini religiosi. In tale ambito si inserisce lo studio della nascita ed espansione del Carmelo scalzo, e della proposta teresiana soprattutto nei territori italiani.