Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra Politica relativa ai cookie.
Ok

Conoscenza e significato

Per una didattica responsabile

Versione
cartacea
€ 12,00
Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 17.90
Tipologia
ISBN
9788861840416
Genere
Altri generi
Curatore
Rosario Mazzeo
Formato
14x21
Anno
Il volume, nato da un corso di formazione della Fondazione per la Sussidiarietà nel corso dell’anno scolastico 2008/2009, che ha coinvolto migliaia di docenti, è invito e accompagnamento a ri-vedere l’insegnamento e l’educazione come problemi antropologici, quindi come questioni culturali prioritarie. La scuola può e deve diventare luogo, tempo, strumento di compartecipazione a un’esperienza di esplorazione appassionata della realtà, grazie a una didattica responsabile, capace di rispondere al desiderio di conoscere. Infatti solo se c’è desiderio, c’è interesse e, quindi, apprendimento, cioè appropriazione della cultura, reinvenzione guidata della materia, agganciamento al reale. Per questo occorre che il docente si ri-appropri criticamente della cultura e delle discipline insegnate e pratichi lo stile argomentativo, caratterizzato dalla tensione a interpellare ogni allievo come soggetto dotato di ragione, affezione e libertà. In questo modo può svolgere con dignità ed efficacia il suo compito educativo, che non è un’appendice della professione, ma un fattore essenziale dell’essere insegnante. La valenza civile di tale compito sta proprio nella specificità di ogni disciplina come veicolo di rapporti con il reale, proposta e verifica di quella convivenza sociale che la cultura, integratore di umanità, alimenta e sostiene.

SOMMARIO
1. Educare nello specifico della disciplina
2. Una scuola capace di pensare, proporre, realizzare un progetto educativo
3. Lo spettacolo di un io in azione: la misteriosa dinamica dell’interesse
4. Insegnare ad argomentare e imparare argomentando
Il volume, nato da un corso di formazione della Fondazione per la Sussidiarietà nel corso dell’anno scolastico 2008/2009, che ha coinvolto migliaia di docenti, è invito e accompagnamento a ri-vedere l’insegnamento e l’educazione come problemi antropologici, quindi come questioni culturali prioritarie. La scuola può e deve diventare luogo, tempo, strumento di compartecipazione a un’esperienza di esplorazione appassionata della realtà, grazie a una didattica responsabile, capace di rispondere al desiderio di conoscere. Infatti solo se c’è desiderio, c’è interesse e, quindi, apprendimento, cioè appropriazione della cultura, reinvenzione guidata della materia, agganciamento al reale. Per questo occorre che il docente si ri-appropri criticamente della cultura e delle discipline insegnate e pratichi lo stile argomentativo, caratterizzato dalla tensione a interpellare ogni allievo come soggetto dotato di ragione, affezione e libertà. In questo modo può svolgere con dignità ed efficacia il suo compito educativo, che non è un’appendice della professione, ma un fattore essenziale dell’essere insegnante. La valenza civile di tale compito sta proprio nella specificità di ogni disciplina come veicolo di rapporti con il reale, proposta e verifica di quella convivenza sociale che la cultura, integratore di umanità, alimenta e sostiene.

SOMMARIO
1. Educare nello specifico della disciplina
2. Una scuola capace di pensare, proporre, realizzare un progetto educativo
3. Lo spettacolo di un io in azione: la misteriosa dinamica dell’interesse
4. Insegnare ad argomentare e imparare argomentando
continua a leggere
© Itaca srl - P.IVA 02014470393 - 2007-2015 - Tutti i diritti riservati - Informazioni societarie -
Grafica e Comunicazione:
Andrea Cimatti

Piattaforma eCommerce e Sviluppo sito:
Endurance
Credits