Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra Politica relativa ai cookie.
spendi qui la carta docente 18 app sfoglia il catalogo Spedizione gratuita per ordini superiori a 29.90 €

Ho imparato a chiamarti figlio

Storie di incontri, amicizie, famiglie

Versione cartacea

Editore: CANTAGALLI
Pagine: 168
Genere: Affido
Altri generi: Famiglia, Accoglienza
ISBN: 9788882724849
Tipologia: Libro
Formato: 14x21
Collana:
Anno di edizione:
Tag: Giornata per la vita
Acquistabile con 18app e Carta del Docente
€ 11,50

Disponibile

Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 18.40
Editore: CANTAGALLI
Pagine: 168
Genere: Affido
Altri generi: Famiglia, Accoglienza
ISBN: 9788882724849
Tipologia: Libro
Formato: 14x21
Collana: Ritratti di accoglienza
Anno di edizione: 2009
Tag: Giornata per la vita
Non è un libro di consigli utili, questo. Né, tanto meno, il tentativo di riproporre valori oggi messi in angolo.
Raccoglie 14 storie che si dipanano in quel luogo originalissimo e insieme antico che è la famiglia. Storie vere di famiglie vere, che l'Autore ha incontrato una ad una in un lungo e commovente itinerario di conoscenza. Famiglie che hanno fatto dell'affido di minori in difficoltà la loro forma di accoglienza a cui nulla è risparmiato: la fatica del lavoro, le incombenze domestiche, il tirar grandi i figli, le spigolosità del rapporto di coppia. Gli errori e le cose buone.
Il filo che accomuna ogni storia è duplice. Il primo è che tutti i protagonisti appartengono all'Associazione "Fraternità", nata nel 1984 e sviluppatasi negli anni soprattutto nel nord Italia, che affianca le famiglie affidatarie nel rapporto con i minori, i Servizi sociali e i Tribunali. Chi ne fa parte la considera una vera e propria "famiglia allargata". Il secondo è che la scelra di accoglienza dei protagonisti in nessun caso è frutto di intenzioni premeditate. E', piuttosto, l'esito di un'amicizia. Non c'è mai stato qualcuno che si sia spinto a progettare, pianificare o assecondare un impeto di gratuità se non perchè sollecitato e sostenuto da una trama di rapporti.
Infine, le esperienze qui narrate sono esemplificative di cosa voglia dire "amore incondizionato". Questo emerge verso coloro che sono accolti come nel rapporto tra moglie e marito, con il vicino di casa o con il collega d'ufficio. In questo senso il libro non è scritto per chi fa affido (o ha intenzione di farlo), ma per chiunque.

Prefazione di Julián Carrón
CRISTIANO GUARNERI è nato a Cremona nel 1973. Sposato, padre di quattro figli, giornalista professionista, ha fatto gavetta al quotidiano «La Cronaca», ha lavorato come cronista politico per l'agenzia «Il Velino» e collaborato con il quotidiano «Libero». Oggi si occupa di formazione professionale.