Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra Politica relativa ai cookie. Ulteriori informazioni
Ok

Un cuore più grande della guerra - CD

I canti del popolo soldato attraverso la Grande Guerra

€ 15,00
Disponibile
Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 9.90
Tipologia
CD
ISBN
8031635110408
Genere
Altri generi
Editore
Anno
Note

I 100 anni dall’entrata dell’Italia nella Grande Guerra offrono l’occasione di riscoprire, nei canti che i soldati si sono portati al fronte, il segno di un’umanità ancora più grande. Vi si rivela la profondità del cuore dell’uomo, nella quotidianità come nelle prove della Storia: amore e guerra, lavoro e riposo, pace e fraternità umana, nostalgia e attesa, quando si sciolgono in canto trovano la loro espressione più vertiginosa.

Il cd si presenta ricco di sensazioni e di suggerimenti espressivi, di ottimo valore tecnico e poetico.

Mauro Pedrotti, direttore Coro della SAT

Il Coro CET (Canto e tradizione) è un coro maschile fondato nell’anno 2000. Nel 2009 è stato insignito dello stemma del Coro della SAT «per aver risvegliato la gioia del canto popolare nei giovani e per essere accanto a noi nel mantenere vivo, con lo stesso spirito, un patrimonio di cultura, tradizione e musica».

Elenco dei brani
Schneewalzer (R. Dionisi)
Varda la luna (L. Pigarelli)
Dov’è la mia Patria (L. Pigarelli)
Era una notte che pioveva (L. Pigarelli)
Bombardano Cortina (L. Pigarelli)
L’artigliere (L. Pigarelli)
Siamo partiti (R. Dionisi)
Che cos’è? (S. Pedrotti)
La si taglia i biondi capelli (R. Dionisi)
Sui monti Scarpazi (A. Pedrotti)
E col cifolo del vapore (L. Pigarelli)
E Cadorna manda a dire (A. Mascagni)
Stelutis alpinis (Zardini, arm. A. Pedrotti)
Serafin (A. Benedetti Michelangeli)
La mia bela la mi aspeta (A. Benedetti Michelangeli)
Il testamento del capitano (L. Pigarelli)
I 100 anni dall’entrata dell’Italia nella Grande Guerra offrono l’occasione di riscoprire, nei canti che i soldati si sono portati al fronte, il segno di un’umanità ancora più grande. Vi si rivela la profondità del cuore dell’uomo, nella quotidianità come nelle prove della Storia: amore e guerra, lavoro e riposo, pace e fraternità umana, nostalgia e attesa, quando si sciolgono in canto trovano la loro espressione più vertiginosa.

Il cd si presenta ricco di sensazioni e di suggerimenti espressivi, di ottimo valore tecnico e poetico.

Mauro Pedrotti, direttore Coro della SAT

Il Coro CET (Canto e tradizione) è un coro maschile fondato nell’anno 2000. Nel 2009 è stato insignito dello stemma del Coro della SAT «per aver risvegliato la gioia del canto popolare nei giovani e per essere accanto a noi nel mantenere vivo, con lo stesso spirito, un patrimonio di cultura, tradizione e musica».

Elenco dei brani
Schneewalzer (R. Dionisi)
Varda la luna (L. Pigarelli)
Dov’è la mia Patria (L. Pigarelli)
Era una notte che pioveva (L. Pigarelli)
Bombardano Cortina (L. Pigarelli)
L’artigliere (L. Pigarelli)
Siamo partiti (R. Dionisi)
Che cos’è? (S. Pedrotti)
La si taglia i biondi capelli (R. Dionisi)
Sui monti Scarpazi (A. Pedrotti)
E col cifolo del vapore (L. Pigarelli)
E Cadorna manda a dire (A. Mascagni)
Stelutis alpinis (Zardini, arm. A. Pedrotti)
Serafin (A. Benedetti Michelangeli)
La mia bela la mi aspeta (A. Benedetti Michelangeli)
Il testamento del capitano (L. Pigarelli)
continua a leggere
© Itaca srl - P.IVA 02014470393 - 2007-2015 - Tutti i diritti riservati - Informazioni societarie -
Grafica e Comunicazione:
Andrea Cimatti

Piattaforma eCommerce e Sviluppo sito:
Endurance
Credits