spendi qui la carta docente 18 app sfoglia il catalogo Spedizione gratuita in Italia per ordini superiori a € 29,90

Il viaggio del veliero

Le cronache di Narnia

Versione cartacea

A cura di: Chiara Belliti (traduzione)
Editore: MONDADORI
Pagine: 248
Genere: Romanzi
Altri generi: Libreria ideale per ogni età
Fasce di età: 11-12 anni
ISBN: 9788804603542
Tipologia: Libro
Formato: 15x22,5
Anno di edizione:
Acquistabile con Carta del Docente
€ 8,50 € 17,00
-50%

Disponibile

Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 21.40
A cura di: Chiara Belliti (traduzione)
Editore: MONDADORI
Pagine: 248
Genere: Romanzi
Altri generi: Libreria ideale per ogni età
Fasce di età: 11-12 anni
ISBN: 9788804603542
Tipologia: Libro
Formato: 15x22,5
Anno di edizione: 2010
«C'era un ragazzo che si chiamava Eustachio Clarence Scrubb, e se lo meritava.»
E oltre a ritrovarsi questo nome, Eustachio, a differenza dei suoi cugini Edmund e Lucy in vacanza da lui, non era mai stato a Narnia. Perciò non poteva immaginare che, guardando il quadro di un mare in tempesta, l'oceano avrebbe cominciato a riversarsi nella stanza dove si trovavano i ragazzini e loro ci sarebbero finiti dentro! Quel dipinto era un portale verso il mondo di Narnia e la nave raffigurata era il dorato Veliero dell'Alba. Sotto la saggia guida del principe Caspian, i tre ragazzini intraprenderanno un lungo viaggio e approderanno alle Acquemorte, dove sgorga una fonte che trasforma tutto in oro, all'Isola del Drago, dove la cupidigia è tramutata in drago, all'Isola delle Voci, abitata da esseri invisibili che un mago maligno aveva reso tali... Ma il vero viaggio li porterà altrove. Forse alla Fine del Mondo.
Nato a Belfast nel 1898, dopo la morte di sua madre, nel 1908, per C.S. LEWIS iniziò un travagliato curriculum scolastico, finché dal 1914 al 1917 ricevette un'istruzione privata. Vinta una borsa di studio per l'University College di Oxford, studiò lì dal 1917, anno in cui venne chiamato alle armi. Ferito, tornrò a Oxford dopo la guarigione nel 1919, per laurearvisi nel 1923 a pieni voti in Lingua e Letteratura inglese. Ateo nella prima parte della sua vita, nel 1929 si converte al cristianesimo. A Oxford strinse amicizia con J.R. Tolkien e con Charles Williams, e fu fellow e tutor di inglese per molti anni, prima di passare nel 1954 all'Università di Cambridge come professore di Inglese medievale e rinascimentale, cattedra da cui si dimise nel 1963. Morì in quello stesso anno, il 22 novembre. Autore di importanti testi teorici di argomento letterario e religioso, fu anche scrittore prolifico e popolarissimo ed ebbe grande successo con il pamphlet Le lettere di Berlicche e con i romanzi fantascientifici del ciclo «Perelandra». I sette romanzi sul paese fantastico di Narnia sono la sua unica opera per l'infanzia.