Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra Politica relativa ai cookie. Ulteriori informazioni
Ok

Cannabis

Come perdere la testa, e a volte la vita

Versione
cartacea
€ 12,50
Disponibile in circa 10 gg
Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 12.40
Tipologia
ISBN
9788821559242
Genere
Altri generi
Curatore
Antonello Vanni
Formato
12,5x20
Anno
Note
contiene quartino a colori
Documentazione e ricerca a cura di Antonello Vanni

«Nel mondo attuale la cannabis è la droga illecita più prodotta e consumata.»
ONU

«Il Consiglio Superiore di Sanità ritiene che l’uso della cannabis sia gravato da pesanti effetti collaterali quali dipendenza, possibile progressione all’uso di altre droghe come cocaina e oppioidi, riduzione delle capacità cognitive, di memoria e psicomotorie, disturbi psichiatrici quali schizofrenia, depressione e ansietà; possibili malattie broncopolmonari tra cui bronchite ed enfisema.»
Consiglio Superiore di Sanità, La cannabis non è una droga leggera, Roma 2003

«Da 8 a11 milioni di italiani approvano l’utilizzo di cannabis e lo ritengono non dannoso per la salute.»
Relazione annuale al Parlamento sullo stato delle tossicodipendenze in Italia 2005

«Tra le diverse droghe, sono proprio i consumatori di marijuana a commettere il maggior numero di reati a mano armata e ad essere incriminati per tentato omicidio o altri atti delinquenziali.»
Marijuana. Myths and facts. The Truth behind 10 popular misperceptions

«Negli USA, mediante strategie informative aggiornate, e di supporto alle famiglie, il consumo di marijuana è diminuito tra il 2001 e il 2006 del 25%.»
The White House, 2007

«Con la cannabis non bisogna più basarsi sulle informazioni date da studi ormai vecchi ma è necessario considerare ricerche nuove e aggiornate, che permettano di comprendere i motivi dell’impatto emergente di questa droga sulla salute mentale.»
Ted Legget, World Drug Report 2006, ONU
Documentazione e ricerca a cura di Antonello Vanni

«Nel mondo attuale la cannabis è la droga illecita più prodotta e consumata.»
ONU

«Il Consiglio Superiore di Sanità ritiene che l’uso della cannabis sia gravato da pesanti effetti collaterali quali dipendenza, possibile progressione all’uso di altre droghe come cocaina e oppioidi, riduzione delle capacità cognitive, di memoria e psicomotorie, disturbi psichiatrici quali schizofrenia, depressione e ansietà; possibili malattie broncopolmonari tra cui bronchite ed enfisema.»
Consiglio Superiore di Sanità, La cannabis non è una droga leggera, Roma 2003

«Da 8 a11 milioni di italiani approvano l’utilizzo di cannabis e lo ritengono non dannoso per la salute.»
Relazione annuale al Parlamento sullo stato delle tossicodipendenze in Italia 2005

«Tra le diverse droghe, sono proprio i consumatori di marijuana a commettere il maggior numero di reati a mano armata e ad essere incriminati per tentato omicidio o altri atti delinquenziali.»
Marijuana. Myths and facts. The Truth behind 10 popular misperceptions

«Negli USA, mediante strategie informative aggiornate, e di supporto alle famiglie, il consumo di marijuana è diminuito tra il 2001 e il 2006 del 25%.»
The White House, 2007

«Con la cannabis non bisogna più basarsi sulle informazioni date da studi ormai vecchi ma è necessario considerare ricerche nuove e aggiornate, che permettano di comprendere i motivi dell’impatto emergente di questa droga sulla salute mentale.»
Ted Legget, World Drug Report 2006, ONU
continua a leggere
© Itaca srl - P.IVA 02014470393 - 2007-2015 - Tutti i diritti riservati - Informazioni societarie -
Grafica e Comunicazione:
Andrea Cimatti

Piattaforma eCommerce e Sviluppo sito:
Endurance
Credits