Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra Politica relativa ai cookie.
spendi qui la carta docente 18 app sfoglia il catalogo Spedizione gratuita in Italia per ordini superiori a € 29,90

Véronique

Dialogo della storia e dell'anima carnale

Versione cartacea

Editore: MARIETTI
Pagine: 280
Genere: Letteratura francese
Altri generi: Romanzo
ISBN: 9788821118074
Tipologia: Libro
Formato: 14x21
Anno di edizione:
Acquistabile con 18app e Carta del Docente
€ 14,00

Disponibile in circa 3/4 gg

Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 15.90
Editore: MARIETTI
Pagine: 280
Genere: Letteratura francese
Altri generi: Romanzo
ISBN: 9788821118074
Tipologia: Libro
Formato: 14x21
Anno di edizione: 2013
«Siete legati al corpo di Gesù da un legame meccanico tale […], il più inverosimile, il più incredibile: l’unico reale; quel legame (così) profondamente, (così) sostanzialmente, (così) centralmente cristiano, il legame, l’incredibile legame, l’unico reale, dell’uomo e di Dio, dell’infinito e del finito, dell’eterno e del temporale, dell’eternità e del tempo; dell’eternità e della temporalità; e anche dello spirito e della materia, dello spirito e del corpo, dell’anima e della carne; quell’incredibile legame dell’anima carnale; con Dio, in Dio, con l’uomo, nell’uomo.
Quell’incredibile, il solo vero legame, del Creatore e della sua creatura».

Postfazione di Giacomo Tantardini
Charles Pierre Péguy nasce a Orléans nel 1873; qualche mese dopo suo padre muore in seguito alle ferite riportate nella guerra del 1870-71 e la madre per mantenere la famiglia eserciterà il mestiere di impagliatrice di sedie. Nel 1885, grazie a una borsa di studio, entra al liceo di Orléans, poi, nel 1891, al Lakanal di Sceaux. Presumibilmente in questo periodo abbandona la pratica della religione. Trasferitosi a Parigi, è ammesso nel 1894 all'École Normale, dove si crea un circolo di amici fra cui Marcel Baudouin, Joseph Lotte, i due Tharaud. Tornato a Orléans, fonda un gruppo socialista e inizia a scrivere. Nel 1897 sposa Charlotte Baudouin, sorella di Marcel, e pubblica il primo libro, Giovanna d'Arco. Negli anni seguenti lascia definitivamente l'università, scrive manifesti di ispirazione socialista, fonda i «Cahiers de la Quinzaine» nei quali pubblicherà quasi tutte le sue opere più importanti. Del 1908 è la confidenza all'amico Lotte sulla ritrovata fede religiosa. Il 4 agosto 1914, con il grado di tenente, parte per il fronte. Vi morirà il 5 settembre, prim giorno della battaglia della Marna, presso Villeroy, dove è sepolto nella Grande Tomba insieme a moltissimi commilitoni.