Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra Politica relativa ai cookie.
spendi qui la carta docente 18 app sfoglia il catalogo Spedizione gratuita in Italia per ordini superiori a € 29,90

L'uomo in faccia a Dio

Versione cartacea

Editore: ITACA
Pagine: 320
Genere: Saggi
ISBN: 9788852602214
Tipologia: Libro
Formato: 15x23
Collana:
Anno di edizione:
Note: brossurato con alette
Acquistabile con 18app e Carta del Docente
€ 9,50 € 10,00
-5%

Disponibile

Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 20.40
Editore: ITACA
Pagine: 320
Genere: Saggi
ISBN: 9788852602214
Tipologia: Libro
Formato: 15x23
Collana: Saggi
Anno di edizione: 2010
Note: brossurato con alette
«Io sono il Signore, tuo Dio, che ti ho fatto uscire dal paese d’Egitto, dalla condizione di schiavitù» (Es 20,2). A differenza delle religioni antiche che concepiscono Dio in rapporto alla natura, Israele ha conosciuto Dio all’opera nella storia.
Questo “prima” di Dio, la sua permanente iniziativa a favore degli uomini culmina nella morte e risurrezione di Gesù, nuova e definitiva alleanza.
Se col primo Adamo il peccato era entrato nel mondo rendendo la storia ambigua, col secondo Adamo l’uomo è ritornato “in faccia a Dio” e gli garantisce una collaborazione efficace, affinché la storia di peccato ridiventi una storia di grazia, secondo il progetto del Padre.
La Chiesa si presenta come luogo di salvezza, dove Dio e l’uomo si incontrano e continuano a tessere insieme l’ordito di una vita incamminata verso il Regno.
Inserita nella storia umana, la Chiesa è strumento per renderla storia di salvezza, per far sì che nulla di buono e di bello vada perduto.

Carlo Dalpane (Castel Bolognese 22 novembre 1932 – Bologna 27 agosto 2018)  viene ordinato sacerdote nel 1956 e nello stesso anno si iscrive all’Università di Bologna, conseguendo la laurea in filosofia.

Dal 1960 si dedica all’insegnamento della religione nelle scuole di Stato. Avendo incontrato a Milano don Luigi Giussani, introduce in diocesi di Imola il metodo educativo di Gioventù Studentesca (1961).

Nel 1967 assume la cattedra di filosofia e storia nei licei. Contempora­neamente insegna filosofia, storia della Chiesa e Patrologia all’Istituto Diocesano di Scienze Religiose, del quale è anche direttore fino al 2006.

Dal 1970 al 1990 è parroco a Toscanella di Dozza e successivamente rettore del Seminario di Imola (1990-2003).

Diviene rettore della chiesa del Pio Suffragio di Lugo di Romagna dove svolge corsi di storia della civiltà e dei costumi dei Greci e dei Romani, di storia dell’impero romano d’oriente e di storia della Chiesa nell’ambito dell’Università per adulti.