Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra Politica relativa ai cookie.
spendi qui la carta docente 18 app sfoglia il catalogo Spedizione gratuita per ordini superiori a 29.90 €

Una vita non basta

Storia e genio di Michelangelo

Versione cartacea

Editore: SAN PAOLO EDIZIONI
Genere: Narrativa e poesia
ISBN: 9788821598418
Tipologia: Libro
Formato: 12x19
Collana:
Anno di edizione:
Note: brossurato con alette
Acquistabile con 18app e Carta del Docente
€ 12,00

Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 17.90
Editore: SAN PAOLO EDIZIONI
Genere: Narrativa e poesia
ISBN: 9788821598418
Tipologia: Libro
Formato: 12x19
Collana: Vite esagerate
Anno di edizione: 2016
Note: brossurato con alette
Quando Ludovico Buonarroti mise il piccolo Michelangelo a balia dalla moglie di uno scalpellino non poteva certo immaginare che il figlio sarebbe diventato uno dei più grandi artisti di tutti i tempi. Un romanzo storico in cui Beatrice Buscaroli fa incontrare al lettore un Michelangelo avanti negli anni che ? incoraggiato dal giovane nipote ? racconta di Lorenzo il Magnifico e del Giardino di via Larga, di Angelo Poliziano e Girolamo Savonarola. A metà strada tra il romanzo storico e il memoir, la figura di Michelangelo emerge in tutta la sua grandezza e con altrettanta forza sono tratteggiati tutti i personaggi con i quali incrocia la sua esistenza, come Domenico Ghirlandaio ? il mastro invidioso ? o Pietro Torrigiano ? il rivale rissoso ? che con un pugno deformò irrimediabilmente il naso di Buonarroti.
BEATRICE BUSCAROLI, storica dell'arte, è stata curatrice delle Civiche Gallerie d'Arte Moderna e Contemporanea di Ferrara dal 1994 al 1998 e direttore artistico dello spazio Lamec di Vicenza. È ora responsabile del sistema museale «Bologna dei Musei» e Attività Espositive del Comune di Bologna. Autrice della monografia su Carlo Cignani (ristampa Electa 2004) e di altri saggi sull'arte bolognese del Seicento, ha curato diverse mostre e i relativi cataloghi (Max Klinger 1996, Futurismo. I gruppi Boccioni e Savarè 1999, Petronio e Bologna. Il volto di una storia 2000). Critico d'arte de «Il Domenicale», collabora a «Il Giornale», «Il Resto del Carlino», «Il Giornale di Vicenza». Dal 1999 è docente di storia dell'arte presso la Facoltà di Conservazione dei Beni Culturali di Bologna-Ravenna.