Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra Politica relativa ai cookie.
spendi qui la carta docente 18 app sfoglia il catalogo Spedizione gratuita in Italia per ordini superiori a € 29,90

La Sagrada Familia secondo Gaudì

Comprendere un simbolo

Versione cartacea

A cura di: Samantha Zanati (traduzione)
Editore: SAN PAOLO EDIZIONI
Pagine: 242
Genere: Architettura
Altri generi: Arte cristiana, Arte contemporanea
ISBN: 9788821571138
Tipologia: Libro
Formato: 14x21
Anno di edizione:
Note: rilegato con copertina rigida e sovraccoperta
Acquistabile con 18app e Carta del Docente
€ 22,00

Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 7.90
A cura di: Samantha Zanati (traduzione)
Editore: SAN PAOLO EDIZIONI
Pagine: 242
Genere: Architettura
Altri generi: Arte cristiana, Arte contemporanea
ISBN: 9788821571138
Tipologia: Libro
Formato: 14x21
Anno di edizione: 2011
Note: rilegato con copertina rigida e sovraccoperta
La Sagrada Família di Gaudí, un’autentica sintesi del mistero cristiano.
Non è facile comprendere il monumento più caratteristico di Barcellona. Ciò nonostante, Gaudí lo disegnò non come un enigma irresolubile, ma come un libro aperto ai quattro venti. L’architetto desiderava che tutti vedessero la «sua» opera, e ci riuscì. Ma voleva anche che cantassero tutte e ciascuna delle pietre e degli elementi che la formano. L’autore della Sagrada Família lasciò la sua opera incompiuta e oggi, dopo 125 anni di lavoro, cominciamo a capire la profondità dei simboli, l’arditezza di un’idea, la forza di un progetto a lungo meditato che intende essere «nuova architettura». È un canto alla vita in tutte le sue dimensioni. La Sagrada Família vuole essere compresa: chi vi riesce intende il perché e il come di uno degli edifici più singolari al mondo. Questo libro fa da guida alla visita, ma soprattutto permette di capire l’universo simbolico plasmato dalla «cattedrale d’Europa».

Presentazione del card. Gianfranco Ravasi