Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra Politica relativa ai cookie.
Ok

La dittatura anticattolica

Il caso don Bosco e l'altra faccia del Risorgimento

Versione
cartacea
€ 18,00
Disponibile in circa 10 gg
Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 11.90
Tipologia
ISBN
9788871984858
Genere
Altri generi
Editore
Pagine
248
Formato
15,5x23,5
Anno
Note
II edizione
Quanto è costata in vite umane, in soldi, devastazioni, libertà, democrazia la "conquista piemontese" dell'Italia? Ed era inevitabile? C'erano vie migliori? Un'altra Italia era possibile. È l'ora che i bilanci veritieri prendano il posto della retorica. Alla vigilia delle celebrazioni per il 150° anniversario dell'Unità d'Italia, questa "controstoria" del Risorgimento rileva finalmente la sua faccia sconosciuta e censurata, demolisce miti, monumenti nazionali e luoghi comuni. Espone e difende le ragioni delle vittime: il popolo italiano, specialmente meridionale e contadino, e la Chiesa, contro cui il governo sabaudo scatenò una persecuzione senza precedenti. Una vicenda narrata seguendo anche la storia particolare – e il ruolo, in quegli anni di "guera civile" – di don Giovanni Bosco.
Per scoprire come errori e gli orrori di quella persecuzione e di quella politica militaristica sono all'origine dei problemi dell'Italia moderna. E come la presenza della Chiesa e del Papato sia stata sempe nei secoli la fortuna dell'Italia.
Quanto è costata in vite umane, in soldi, devastazioni, libertà, democrazia la "conquista piemontese" dell'Italia? Ed era inevitabile? C'erano vie migliori? Un'altra Italia era possibile. È l'ora che i bilanci veritieri prendano il posto della retorica. Alla vigilia delle celebrazioni per il 150° anniversario dell'Unità d'Italia, questa "controstoria" del Risorgimento rileva finalmente la sua faccia sconosciuta e censurata, demolisce miti, monumenti nazionali e luoghi comuni. Espone e difende le ragioni delle vittime: il popolo italiano, specialmente meridionale e contadino, e la Chiesa, contro cui il governo sabaudo scatenò una persecuzione senza precedenti. Una vicenda narrata seguendo anche la storia particolare – e il ruolo, in quegli anni di "guera civile" – di don Giovanni Bosco.
Per scoprire come errori e gli orrori di quella persecuzione e di quella politica militaristica sono all'origine dei problemi dell'Italia moderna. E come la presenza della Chiesa e del Papato sia stata sempe nei secoli la fortuna dell'Italia.
continua a leggere
© Itaca srl - P.IVA 02014470393 - 2007-2015 - Tutti i diritti riservati - Informazioni societarie -
Grafica e Comunicazione:
Andrea Cimatti

Piattaforma eCommerce e Sviluppo sito:
Endurance
Credits