Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra Politica relativa ai cookie.
spendi qui la carta docente 18 app sfoglia il catalogo Spedizione gratuita per ordini superiori a 29.90 €

Lettera a una ragazza in Turchia

Versione cartacea

Editore: RIZZOLI
Genere: Narrativa e poesia
ISBN: 9788817089999
Tipologia: Libro
Formato: 14x20,2
Anno di edizione:
Note: rilegato con copertina rigida e sovraccoperta
Tag: Armenia, storia di un popolo, Persecuzioni
Acquistabile con 18app e Carta del Docente
€ 15,00

Disponibile

Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 14.90
Editore: RIZZOLI
Genere: Narrativa e poesia
ISBN: 9788817089999
Tipologia: Libro
Formato: 14x20,2
Anno di edizione: 2016
Note: rilegato con copertina rigida e sovraccoperta
Tag: Armenia, storia di un popolo, Persecuzioni
“Tu devi avere un coraggio nuovo, mia ragazza di Turchia. Ti vogliono rimandare indietro a tempi lontani, mentre a te piacciono capelli al vento e gonne leggere, ascoltare musiche forti, andare a zonzo con gli amici e sentirti uguale a loro. Vorresti lottare a viso scoperto. E invece dovrai scoprire di nuovo il coraggio sotterraneo dei deboli, l’audacia che si muove nell’ombra, e cercare nella tua storia antica le ragioni e la forza per sopravvivere.”Queste le parole di Antonia Arslan nella sua lettera immaginata a una ragazza turca. Con la maestria che è solo dei grandi narratori, Antonia Arslan ripercorre le vicende delle sue antenate armene, tessendo un racconto che si dipana attraverso un filo teso dai tempi antichi per arrivare fino ai giorni nostri. Perché la paura subdola che ci colpisce ogni giorno, le oscure premonizioni che si propagano da Oriente a Occidente, da Istanbul a Bruxelles, sono le stesse delle donne armene che si sono sacrificate in nome della libertà. L’antidoto contro la paura è la memoria, è il tappeto di storie di chi ha subìto un ribaltamento del suo mondo all’improvviso. L’autrice della Masseria ci regala un libro intimo, attualissimo, un viaggio straordinario in cui ridà vita alle vicende di donne che combattono per il proprio futuro e per restare se stesse.
ANTONIA ARSLAN è autrice di saggi sulla narrativa popolare e d’appendice e sulla “galassia sommersa” delle scrittrici italiane. Ha curato una raccolta di testimonianze di sopravvissuti al genocidio e tradotto le poesie di Daniel Varujan, riscoprendo la sua profonda identità armena. La masseria delle allodole (2004, suo primo romanzo) ha vinto numerosi premi ed è stato tradotto in dieci lingue. Insegna Letteratura italiana moderna e contemporanea alla facoltà di Lettere dell'Università di Padova.