Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra Politica relativa ai cookie.
spendi qui la carta docente 18 app sfoglia il catalogo Spedizione gratuita per ordini superiori a € 29,90

Visioni bibliche e contemplazioni mistiche

Versione cartacea

A cura di: Vincenzo Noja
Editore: PAOLINE EDITORIALE LIBRI
Pagine: 328
Genere: Mistica
ISBN: 9788831535779
Tipologia: Libro
Formato: 10,5x17
Anno di edizione:
Acquistabile con 18app e Carta del Docente
€ 13,00

Disponibile in circa 5/7 gg

Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 16.90
A cura di: Vincenzo Noja
Editore: PAOLINE EDITORIALE LIBRI
Pagine: 328
Genere: Mistica
ISBN: 9788831535779
Tipologia: Libro
Formato: 10,5x17
Anno di edizione: 2014
Questa antologia, certamente non esaustiva, propone il “cuore” e l’essenza delle sedicimila pagine redatte e messe in forma corrente dal poeta del Romanticismo tedesco Clemens Brentano (1778-1842) circa le numerose visioni bibliche e le contemplazioni mistiche della beata estatica Anna Katharina Emmerick (1774-1824).
Il curatore ha cercato di scegliere i più toccanti episodi biblici (narrati dalla Emmerick al Brentano, mentre era rapita in estasi) dando ad essi una certa continuità storica secondo la tradizione ecclesiale, al fine di rendere la lettura gustosa e istruttiva, allo stesso tempo interessante come la trama di un romanzo spirituale.
Ne risulta un condensato di “Storia Sacra”, che inizia con i racconti della creazione, il peccato originale di Adamo ed Eva, e si conclude con l’assunzione della santa Vergine Maria, dopo la passione, la risurrezione e l’ascensione di Gesù al cielo. Concludono il volume alcuni capitoli fondamentali sulle contemplazioni mistiche della beata: la potenza della preghiera, il rapporto dei viventi con le anime dei morti, il santissimo sacramento, la benedizione della santa Messa e altri.
Sono stati inseriti alcuni racconti, complementari agli episodi evangelici, che non si riscontrano nella sacra Scrittura e, alcuni di essi, nemmeno nella letteratura apocrifa, ma che l’Estatica vede interiormente e racconta al Brentano con l’enfasi di una fanciulla assorta nella vicenda narrata: la Grotta del presepe; la visita dei re magi; Maria la silenziosa; come pregare nella ricorrenza della nascita della Vergine Maria e altri suggestivi episodi.
Anna Katharina Emmerick nacque nel 1774 a Flamske, presso Münster, in Germania, e fin da giovane manifestò una particolare devozione alla passione del Signore. Entrata nel 1802 fra le agostiniane di Agnetenberg, subì non pochi contrasti a motivo degli speciali doni soprannaturali di cui era favorita. Quando, nel 1811, le leggi napoleoniche soppressero il convento, venne accolta in una casa privata a Dülmen. Nel 1812 ricevette le stimmate ai piedi e alle mani. Costretta sempre a letto dalle malattie e da una debolezza continua, conobbe nel 1818 Clemens Brentano (grande scrittore e poeta tedesco) che prese a registrare le visioni-contemplazioni della passione del Signore, di cui la Emmerick, in mezzo a gravi sofferenze, fu a lungo favorita. Tra l’altro, rese noti alcuni particolari geografici e storici non raggiungibili dalla scienza, come ad esempio la presunta casa di Maria a Efeso, che fu ritrovata dagli archeologi grazie alle notizie fornite da lei. Morì il 9 febbraio 1824.