Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra Politica relativa ai cookie.
spendi qui la carta docente 18 app sfoglia il catalogo Spedizione gratuita per ordini superiori a 29.90 €

Non fa male credere

La fede laica di Giorgio Gaber

Versione cartacea

Editore: ANCORA
Genere: Biografie
ISBN: 9788851404017
Tipologia: Libro
Formato: 14,5x21
Anno di edizione:
Acquistabile con 18app e Carta del Docente
€ 13,00

Disponibile in circa 5/7 gg

Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 16.90
Editore: ANCORA
Genere: Biografie
ISBN: 9788851404017
Tipologia: Libro
Formato: 14,5x21
Anno di edizione: 2006
Un viaggio nell'universo gaberiano per scoprire i molteplici volti del Signor G

«No, non fa male credere, fa molto male credere male». Parole di una canzone di Gaber che danno il titolo al libro e, in un certo senso, ne riassumono il contenuto.
Scritto da un grande e appassionato conoscitore della figura e dell’opera di Giorgio Gaber, questo libro si propone di rileggere tutta la sua vicenda artistica valorizzando la forte tensione etica che l’ha sempre attraversata e sostenuta. Gaber insegna a non credere negli idoli – mercato, conformismo, ideologie, religione interessata –, propone invece di credere in un umanesimo nuovo – fatto di libertà, appartenenza, capacità di amare, nuovi comandamenti – dove la sua fede laica si apre in modo inatteso all'Assoluto.

Il testo è arricchito da un’intervista esclusiva con Sandro Luporini (coautore di tutto il Teatro Canzone di Gaber), una inedita ed integrale discografia ragionata dell’opera gaberiana, con la riproduzione a colori delle copertine di lp e cd; una bibliografia dei testi scritti da Gaber; un indice per temi che consente al lettore di capire dove ritrovare nei dischi dell’artista i temi trattati nel testo.
ANDREA PEDRINELLI (Milano, 1970), giornalista di musica e teatro, collabora con «Avvenire» ed altre testate a diffusione nazionale. Ha creato format televisivi di approfondimento culturale, diretto un sito Internet di critica musicale e collaborato a volumi su Eugenio Finardi e Francesco Guccini. Con la compagnia teatrale «Gli Eccentrici Dadarò» ha ideato e conduce la lezione spettacolo Il Signor G, progetto didattico ufficiale della Fondazione Giorgio Gaber destinato a scuole superiori, università e biblioteche. Per il suo impegno nella diffusione della cultura tramite l'attività giornalistica, durante il Festival di Sanremo del 2002 gli è stato conferito il premio internazionale «Myrta Gabardi».