Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra Politica relativa ai cookie.
spendi qui la carta docente 18 app sfoglia il catalogo Spedizione gratuita per ordini superiori a 29.90 €

Carnet dall'URSS

1934

Versione cartacea

A cura di: François de Saint-Cheron; Giulio Lupieri (traduzione dal francese)
Editore: EXCELSIOR 1881
Pagine: 144
Genere: Storia contemporanea
ISBN: 9788861580442
Tipologia: Libro
Formato: 12x17
Anno di edizione:
Note: fotografie in bianco e nero; brossurato con alette
Acquistabile con 18app e Carta del Docente
€ 14,50

Disponibile

Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 15.40
A cura di: François de Saint-Cheron; Giulio Lupieri (traduzione dal francese)
Editore: EXCELSIOR 1881
Pagine: 144
Genere: Storia contemporanea
ISBN: 9788861580442
Tipologia: Libro
Formato: 12x17
Anno di edizione: 2008
Note: fotografie in bianco e nero; brossurato con alette
Nel giugno 1934, invitato al Primo congresso degli scrittori sovietici, che in agosto riunirà settecento scrittori, cinquanta dei quali stranieri, André Malraux intraprende il suo primo viaggio in URSS. Durante il suo soggiorno mette per iscritto delle note. Riporta fedelmente ciò che sente.
Fa le domande tipiche di un romanziere. Sfilano così sulla scena della nuova Russia una serie infinita di comparse: bambini, contadini, donne, in un ritratto psicologico e sociale che a mano a mano si fa più completo, includendo naturalmente scrittori e artisti del tempo: Erenburg, Pasternak, Prokofiev, Eisenstein, Dovcenko, Pudovkin e molti altri.
Al congresso, Malraux sfiderà la dottrina ufficiale pronunciando il celebre discorso "L'arte è una conquista", per sostenere la causa della libertà dell'artista rivoluzionario, prima di prendere definitivamente le distanze dal comunismo. Questo volume, "documento eccezionale di un'epoca eccezionale", raccoglie gli appunti messi insieme nel corso di quel viaggio, pubblicati da Gallimard nel 2007.

Prefazione di Jean-Yves Tadié
ANDRÉ MALRAUX (1901-1976), scrittore, avventuriero, ma anche brillante uomo politico, fu Ministro della Cultura con de Gaulle ('59-'69); appassionato di archeologia, partecipò a missioni in Estremo Oriente, Indocina, Cina. Tra le sue opere, oltre a La tentazione dell'Occidente (1926), I conquistatori (1928), La condizione umana (1933), Le voci del silenzio (1951), La metamorfosi degli dei (1957) e Antimemorie (1967).