Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra Politica relativa ai cookie.
spendi qui la carta docente 18 app sfoglia il catalogo Spedizione gratuita per ordini superiori a 29.90 €

Dottore è finito il diesel

La vita quotidiana di un medico in Uganda, fra ammalati, poveri e guerriglia (1985-1996)

Versione cartacea

Editore: MARIETTI
Genere: Missione
Altri generi: Testimonianza, Testimonianze
ISBN: 9788821189364
Tipologia: Libro
Formato: 14 x 21
Collana:
Anno di edizione:
Tag: Medicina & Persona
Acquistabile con 18app e Carta del Docente
€ 14,00

Disponibile in circa 5/7 gg

Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 15.90
Editore: MARIETTI
Genere: Missione
Altri generi: Testimonianza, Testimonianze
ISBN: 9788821189364
Tipologia: Libro
Formato: 14 x 21
Collana: L'eco
Anno di edizione: 2004
Tag: Medicina & Persona
Queste memorie di vita africana sono la quotidiana normalità di circa dieci anni (1985-1996) trascorsi da un medico chirurgo e dalla sua famiglia in Uganda, nell'Africa orientale, praticando la professione, curando i sofferenti nel letto d'ospedale o i moribondi in povere capanne. I differenti momenti della vita famigliare si sono intrecciati con gli avvenimenti del paese, spesso drammatici come accade in Africa. Guerre, epidemie, colpi di stato e sofferenze sono state il pane quotidiano che non ha impedito il sereno svolgersi della vita scandita anche dagli aspetti più belli: la nascita dei figli, la compagnia della moglie e degli amici bianchi e neri, la riconoscenza dei pazienti e l'incontro con le persone, piccole e grandi, incrociate lungo la strada di quegli anni. Il vero protagonista di queste stagioni spese ai tropici non è l'autore o i suoi amici, ma la grandezza di un'esperienza vissuta, resa affascinante da una Presenza, la presenza di chi non si può ancora vedere in faccia, ma che infonde passione e condivisione per ogni particolare della vita, anche per la sofferenza più dura. Il desiderio di non perdere la memoria di quegli anni ha portato alla lenta ma tenace stesura dl queste note, inaspettatamente diventate libro, scritte con il sorriso sulle labbra, segno di una grande riconoscenza.

Presentazione di Giancarlo Cesana

Alberto Reggiori nasce a Varese nel 1957. Laureatosi in Medicina con specializzazione in chirurgia d'urgenza, si sposa con Patrizia nel 1983. Nel 1985 parte per l'Uganda, dove lavora in diversi ospedali governativi, anche in periodi di guerra civile e instabilità sociale, in programmi gestiti da AVSI e Unicef. Tre dei loro sette figli lì vengono al mondo. Nel 1996 rientra in Italia; attualmente lavora in un reparto di chirurgia a Varese. Tutt'oggi continua la sua collaborazione con progetti sanitari e sociali d'urgenza in regioni critiche compiendo brevi missioni in Uganda, Rwanda, Albania, Kazakistan, Messico, Bosnia e Iraq.