Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra Politica relativa ai cookie.
spendi qui la carta docente 18 app sfoglia il catalogo Spedizione gratuita per ordini superiori a 29.90 €

Testimoni di una certezza

Paolo Brosio, Carlo Castagna, Vittoria Maioli Sanese, Luigi Negri

Versione cartacea

A cura di: Marco Antonellini
Editore: ITACA
Pagine: 112
Genere: Testimonianza
ISBN: 9788852602702
Tipologia: Libro
Formato: 14x21
Collana:
Anno di edizione:
Acquistabile con 18app e Carta del Docente
€ 4,66 € 4,90
-5%

Disponibile

Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 25.00
A cura di: Marco Antonellini
Editore: ITACA
Pagine: 112
Genere: Testimonianza
ISBN: 9788852602702
Tipologia: Libro
Formato: 14x21
Collana: Fuori collana
Anno di edizione: 2011
Quella dei Quaresimali della parrocchia di San Francesco d’Assisi in Torano di Imola è divenuta oramai una tradizione consolidata. Alla radice degli incontri del 2011 c’era una sfida, quella di poter verificare, attraverso la voce di quattro testimoni, quanto la certezza che l’uomo acquisisce nell’incontro con Cristo non sia qualcosa di estemporaneo o di automatico. Testimoni, dunque, non di parole o di improbabili profezie sul futuro di un mondo solamente immaginato, ma di fatti che dicono della meraviglia di scoprirsi feriti e amati, protagonisti e non solo spettatori della propria vita e di quella degli altri che rifiorisce e cambia.

A cura di Marco Antonellini

«Tu vai a Medjugorje e ti rivolti come un calzino, perché è un posto che ha un’atmosfera particolare. Cammini, fai la collina del Podbrdo, arrivi su e incominci a piangere come un cretino, ma non sono lacrime di disperazione come quelle che avevo in Versilia, che avevo a Milano o a Roma quando mi rovinavo la vita, sono lacrime di gioia! Allora io ho capito che la Madonna mi amava, ho capito che quella notte a Torino mi ha preso per un orecchio e mi ha strappato da quel mondo schifoso, ho capito che stava succedendo qualcosa e ho cominciato proprio dai sacerdoti, da quell’abbraccio del mio parroco, quell’umile parroco di campagna».
Dalla testimonianza di Paolo Brosio