Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra Politica relativa ai cookie.
spendi qui la carta docente 18 app sfoglia il catalogo Spedizione gratuita per ordini superiori a 29.90 €

Takashi Paolo Nagai

Annuncio da Nagasaki

Versione cartacea

A cura di: Paola Marenco, Maria Grazia Sabbadini, Alberto Bordin, Francesco Rinarelli, Gabriele Di Comite
Editore: ITACA
Pagine: 112
Genere: Cristianesimo
ISBN: 9788852606182
Tipologia: Libro
Formato: 19,7x24,5
Collana:
Anno di edizione:
Note: foto in b/n e a colori
Tag: Il Giappone e i suoi missionari, Medicina & Persona
Acquistabile con 18app e Carta del Docente
€ 13,60 € 16,00
-15%

Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 13.90
A cura di: Paola Marenco, Maria Grazia Sabbadini, Alberto Bordin, Francesco Rinarelli, Gabriele Di Comite
Editore: ITACA
Pagine: 112
Genere: Cristianesimo
ISBN: 9788852606182
Tipologia: Libro
Formato: 19,7x24,5
Collana: Cataloghi
Anno di edizione: 2019
Note: foto in b/n e a colori
Tag: Il Giappone e i suoi missionari, Medicina & Persona
Lo chiamano “il Santo di Urakami”. Fiero come un samurai nella sua etica giapponese, convinto all’ateismo come un uomo occidentale durante i suoi studi universitari di medicina, Takashi viene travolto dal fiume di fede che vive nel quartiere di Urakami, a Nagasaki. Un fiume sgorgato con l’arrivo di Francesco Saverio nel 1549, alimentato per secoli da migliaia di martiri e santi, passando per l’incredibile vicenda dei cristiani nascosti, durata oltre duecento anni.
Diventa Takashi Paolo: fino alla fine vero giapponese e intelligente medico e scienziato.
Il 9 agosto 1945 viene sganciata su Nagasaki la seconda bomba atomica della storia. Takashi Paolo è già gravemente malato di leucemia, a seguito del suo lavoro da radiologo. Decide di tornare a vivere sulle macerie del quartiere distrutto. Passa gli ultimi tre anni di vita costretto a letto, pregando per la pace, incontrando e confortando persone provenienti da tutto il Giappone, testimone di una fede e di un amore tali da vincere la devastazione della bomba atomica.

Noi dovremmo trasformare la nostra vita in poesia.
Dobbiamo scavare sotto la superficie delle cose, cercare la bellezza nascosta che è dappertutto e scoprire la gloria del creato che è intorno a noi. Allora ogni giorno diventerà una poesia.
Siamo vivi, siamo vivi e un intero giorno ci attende.

Takashi Paolo Nagai