Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra Politica relativa ai cookie.
spendi qui la carta docente 18 app sfoglia il catalogo Spedizione gratuita in Italia per ordini superiori a € 29,90

I am exceptional

L'esperienza dei Millennial. Alla ricerca della propria identità

Versione cartacea

Editore: CONCREO
Pagine: 100
Genere: Storia e civiltà
ISBN: 9788890653384
Tipologia: Libro
Formato: 11,5x21
Anno di edizione:
Note: contiene fotografie a colori e in bianco e nero
Acquistabile con 18app e Carta del Docente
€ 8,00

Disponibile in circa 3/4 gg

Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 21.90
Editore: CONCREO
Pagine: 100
Genere: Storia e civiltà
ISBN: 9788890653384
Tipologia: Libro
Formato: 11,5x21
Anno di edizione: 2015
Note: contiene fotografie a colori e in bianco e nero
Noi Millennial – la generazione nata tra i primi anni ’80 e gli anni “zero” in America – siamo definiti da un epico desiderio di cose grandi, di successo, di cambiare il mondo: di essere unici ed eccezionali. Ma di fronte a questo slancio, molti si ritrovano scoraggiati. L’immagine sorridente pubblicata sulla pagina Facebook si rivela effimera, e una volta soli siamo frustrati. Abbiamo fame di un’immagine di noi stessi grande e impossibile, e viviamo delusi del suo eterno sfuggire: la felicità promessaci viene continuamente posticipata. Eppure, proprio lo scarto tra il nostro desiderio di grandezza e la frustrazione della realtà è il punto di partenza per la scoperta di noi stessi: qui siamo costretti ad affrontare la domanda su cosa davvero dia senso alla vita.

La mostra e il catalogo sono il risultato di sei mesi di lavoro in cui 75 giovani di Stati Uniti e Canada hanno intrapreso un paragone serrato tra la propria esperienza e alcuni fondamentali testi di Luigi Giussani, cercando di capire se quella proposta potesse essere rilevante oggi. Mese dopo mese, le videochiamate su Skype dei piccoli gruppi in cui erano divisi e i post su Facebook e Twitter sono divenuti il luogo di un inatteso traboccare di racconti, sorprese e scoperte: la mostra ripercorre questo percorso, lo offre al visitatore, e invita chi la guarda a intraprendere il cammino insieme a loro.