Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra Politica relativa ai cookie. Ulteriori informazioni
Ok

Danzica 1980

Solidarność

Versione
cartacea
€ 10,00
Disponibile
Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 14.90
Tipologia
ISBN
9788852602283
Genere
Altri generi
Editore
Collana
Curatore
Sandro Chierici, Annalia Guglielmi, Daria Rescaldani
Pagine
84
Formato
21x20
Anno
Note
fotografie a colori
La vicenda di Solidarność si pone dentro la rivolta operaia dei cantieri navali di Danzica come esperienza umana radicata nell’identità nazionale, culturale e religiosa della Polonia, capace di far resuscitare la speranza e di ricostruire un tessuto sociale.
L’orizzonte della mostra si allarga oltre i limiti della vicenda storica – lo sciopero, gli accordi, il tentativo di proporre l’esperienza di un sindacato libero all’interno del regime comunista, la risposta del potere culminata nella dichiarazione dello stato di guerra del dicembre 1981 e la successiva repressione – per proporre una riflessione sulla partecipazione dell’uomo alla costruzione della società attraverso il recupero del significato del lavoro e del proprio impegno civile.

Catalogo della mostra realizzata e organizzata per la XXXI edizione del Meeting per l’amicizia fra i popoli (Rimini, 22-28 agosto 2010)

Fotografie di Chris Niedenthal
Testi di Luigi Geninazzi, Annalia Guglielmi
A cura di Sandro Chierici, Annalia Guglielmi, Daria Rescaldani

«A prescindere dall’età e dalla nazionalità noi tutti siamo nati a Budapest, siamo andati a scuola a Praga, ci siamo fatti le ossa nei lager sovietici e infine abbiamo raggiunto la maturità nei cantieri di Danzica».
Vladimir Bukovskij
La vicenda di Solidarność si pone dentro la rivolta operaia dei cantieri navali di Danzica come esperienza umana radicata nell’identità nazionale, culturale e religiosa della Polonia, capace di far resuscitare la speranza e di ricostruire un tessuto sociale.
L’orizzonte della mostra si allarga oltre i limiti della vicenda storica – lo sciopero, gli accordi, il tentativo di proporre l’esperienza di un sindacato libero all’interno del regime comunista, la risposta del potere culminata nella dichiarazione dello stato di guerra del dicembre 1981 e la successiva repressione – per proporre una riflessione sulla partecipazione dell’uomo alla costruzione della società attraverso il recupero del significato del lavoro e del proprio impegno civile.

Catalogo della mostra realizzata e organizzata per la XXXI edizione del Meeting per l’amicizia fra i popoli (Rimini, 22-28 agosto 2010)

Fotografie di Chris Niedenthal
Testi di Luigi Geninazzi, Annalia Guglielmi
A cura di Sandro Chierici, Annalia Guglielmi, Daria Rescaldani

«A prescindere dall’età e dalla nazionalità noi tutti siamo nati a Budapest, siamo andati a scuola a Praga, ci siamo fatti le ossa nei lager sovietici e infine abbiamo raggiunto la maturità nei cantieri di Danzica».
Vladimir Bukovskij
continua a leggere
© Itaca srl - P.IVA 02014470393 - 2007-2015 - Tutti i diritti riservati - Informazioni societarie -
Grafica e Comunicazione:
Andrea Cimatti

Piattaforma eCommerce e Sviluppo sito:
Endurance
Credits