Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra Politica relativa ai cookie.
spendi qui la carta docente 18 app sfoglia il catalogo Spedizione gratuita per ordini superiori a 29.90 €

La regina della neve

Versione cartacea

A cura di: Stefano Martinelli
Editore: RAFFAELLI
Pagine: 88
Genere: Narrativa
Altri generi: Classici, Fiabe e favole
Fasce di età: 6-8 anni
ISBN: 9788896807132
Tipologia: Libro
Formato: 14x22
Anno di edizione:
Note: illustrazioni in b/n; brossurato con alette
Acquistabile con 18app e Carta del Docente
€ 15,00

Disponibile

Spedizione gratuita comprando questo prodotto + un altro da € 14.90
A cura di: Stefano Martinelli
Editore: RAFFAELLI
Pagine: 88
Genere: Narrativa
Altri generi: Classici, Fiabe e favole
Fasce di età: 6-8 anni
ISBN: 9788896807132
Tipologia: Libro
Formato: 14x22
Anno di edizione: 2010
Note: illustrazioni in b/n; brossurato con alette
La versione proposta è quella riscritta per l’Italia a partire da una traduzione francese da Luigi Bertelli, in arte Vamba, celebre per “Il giornalino di Gian Burrasca”.
Il volume propone anche due preghiere – preghiera del mattino e preghiera della sera - che Vamba scrisse per i fanciulli d’Italia.

Narra la storia di due bambini Pietro e Gilda legati fin da piccoli da una profonda amicizia, sbocciata fra i balconi delle case in cui abitano e cementata dalla passione per la coltivazione delle rose. Un frammento dello specchio di Satana, dove le cose del mondo si vedono tutte alla rovescia, penetra fin nel cuore di Pietro rendendolo duro ed insensibile come il ghiaccio. Dimentico di sé stesso Pietro diventa schiavo della Regina della neve:
- E le preghiere le sai?
- Non me ne ricordo più.
- Ti ricordi come si fa il segno della Croce?-
Pietro si provò ma non gli riuscì, sicché la Regina dette in una gran risata dicendo:
- Via, via! son contenta; tu sei mio, proprio mio!
Incapace di reagire Pietro viene condotto al castello della Regina dove:
disegnava figure strane, senza nessun significato che a lui però sembravan bellissime, ma che ad ogni modo gli facevan passare il tempo senza che se ne accorgesse.
Gilda non si arrende alla scomparsa dell’amico, ma lascia la sua casa mettendosene alla ricerca. La ragazza, superate molte prove, giunge fino al castello della regina dove, scortata da un esercito di angeli, riesce a liberare Pietro.

Illustrazioni di Giovanni Panzavolta